EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

eDreams Odigeo: "La tecnologia è la chiave per comprendere i viaggiatori"

21/09/2018 10:40
La società migliora la conoscenza delle motivazioni dei suoi utenti attraverso l'intelligenza artificiale e la user experience

eDreams Odigeo rivela le tecnologie utilizzate per comprendere e risolvere le esigenze dei viaggiatori, annunciando gli ultimi sviluppi nel campo dell’intelligenza artificiale, un'area strategica per il business.

Attraverso l’analisi algoritmica di dati aggregati e anonimi, la società può vantare più di 8 miliardi di previsioni giornaliere sul suo sistema, il che anticipa ciò che i viaggiatori vogliono vedere nei risultati di ricerca. Grazie al machine learning, l'azienda ha ridotto il tempo necessario per mostrare i risultati del volo a un cliente fino all'88%. Oltre un terzo dei clienti effettua più di una ricerca di viaggio, e nella maggior parte dei casi si tratta di test eseguiti su date diverse per trovare i prezzi migliori. Grazie al machine learning, eDreams Odigeo ora comprende questo tipo di modelli di ricerca in tempo reale e con una precisione superiore all'80% può anticipare e offrire risultati alternativi anche prima che un cliente abbia fatto la richiesta.

L'azienda ha introdotto algoritmi di apprendimento rinforzati all'avanguardia, simili a quelli che potenziano le automobili a guida autonoma, che consentono alla macchina di apprendere autonomamente e adattarsi automaticamente agli ambienti in evoluzione. Questo tipo di algoritmo consente di accelerare i test e il lancio di nuovi prodotti e servizi. I 18,5 milioni di clienti che cercano e prenotano attraverso i suoi marchi - eDreams, Opodo, Go Voyages, Travellink o Liligo - hanno accesso a un'esperienza più personalizzata che offre loro ciò di cui hanno bisogno, quando ne hanno bisogno, facendo risparmiare tempo e denaro ai consumatori.

Come spiega Dana Dunne, ceo di eDreams Odigeo: "La tecnologia è la chiave per comprendere i viaggiatori e, come abbiamo scoperto, è fondamentale guardare non solo a trigger funzionali, ma emotivi per comprendere veramente ciò che rende un viaggio significativo per ogni individuo. Conducendo questa ricerca e migliorando la nostra comprensione delle motivazioni dei viaggiatori attraverso l'intelligenza artificiale e la user experience, possiamo continuare a perfezionare e migliorare la nostra offerta per garantire ai nostri clienti un'esperienza di viaggio veramente personalizzata e che consenta loro di vedere più luoghi nel mondo”.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte