EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Direttiva europea: tutti i dubbi delle adv

21/09/2018 09:58
Compilazione del contratto, obblighi informativi, modulistica, nuova definizione di pacchetto, responsabilità, i temi più caldi su cui servono chiarimenti. I dubbi ora sono sul tavolo

Direttiva europea e adv. A che punto siamo? A poco più di due mesi dal recepimento il sentiment comune è che regni uno stato generale di confusione. Compilazione del contratto, obblighi informativi, modulistica, nuova definizione di pacchetto, responsabilità, sembrano essere questi i temi più caldi su cui le adv non hanno ancora le idee ben chiare. I dubbi ora sono sul tavolo, durante il clou della stagione estiva è stato più difficile prendere in mano la situazione, ma ora i nodi vengono al pettine. 

Uno di questi riguarda, come già messo in evidenza, la consegna del modulo informativo quando l'adv stipula il contratto. Ed è qui che insorgono alcune difficoltà, come ha sottolineato Massimo Caravita, presidente di Marsupio Group. Ci sono, infatti, alcune adv che non sanno che è da consegnare o hanno il dubbio sul momento in cui va fatto, ma soprattutto bisogna comprendere bene quale modulo consegnare, fa presente il manager. Non è l'unico tema che necessita ancora di ulteriori chiarimenti, ci sono anche “la definizione di pacchetto", che "è diversa rispetto al passato, ma non tutti lo hanno compreso" e i servizi turistici collegati, che devono essere ancora assimilati.
Un passo avanti è stato fatto, mette in luce Caravita, “arrivano al nostro help desk sempre meno quesiti circa a come compilare il contratto”, segno che l’attività formativa fatta dal network  ha portato i suoi frutti. 

Un altro tema che preoccupa le adv è quello sulla responsabilità. Il discorso in questo caso si amplia e va a coinvolgere anche il fronte del tour operating. C'è chi osserva che, con la nuova direttiva, esista una maggiore responsabilità da parte dei t.o, come sostiene Luca Caraffini, a.d. di Geo Travel Network. A suo dire, se la normativa non porta grossi cambiamenti per le adv, “riconosce maggiori diritti al consumatore e forse è un po’ esagerata per quanto riguarda le responsabilità verso i t.o. che però sono mediamente tutti preparati ancor più quelli aderenti ad Astoi. Mi preoccupa, invece, per le adv che fanno pacchetti con dmc, che hanno adempimenti verso il cliente oggi molto più pesanti del passato e spesso non sono preparate”, afferma il manager.

Ad intervenire sul tema responsabilità è anche Massimo Segato, direttore rete indiretta Welcome Travel. Il manager spiega che sin qui la tendenza è sempre stata quella di “far rientrare, nella prassi, la vendita dei gruppi nella fattispecie dell'organizzazione in quanto sul piano fiscale vengono gestiti con le regole del 74ter. Ora la legge ha chiarito che, quando l’adv vende un pacchetto acquistato da un t.o. senza aggiungere altri servizi, anche se si tratta di un gruppo, opera in regime di intermediazione”. In questo modo si evita la confusione tra piano giuridico e fiscale. Dal canto suo, però, le adv devono fornire tutte le informazioni giuste, “anche gli estremi della copertura assicurativa contro insolvenza e fallimento del t.o. di cui si avvale”.

Un altro punto chiave è quello del contratto unico. Le adv hanno bisogno “di alcune indicazioni in particolare quando il pacchetto viene realizzato in tempi differenti, tema su cui va fatta chiarezza”, afferma Caraffini. La mossa di Geo, prima ancora dei webinar formativi, è stata quella di riprendere in mano il contratto Geo, “che prevedeva assieme la proposta e il contratto di viaggio”. Il network ha rifatto il documento “alla luce delle modifiche legate anche alla nuova normativa sulla privacy, ed ha realizzato un documento unico. Questo perché la maggior parte delle adv trascura l’importanza di dover redigere un contratto completo - constata il manager -, per questo faremo un percorso di formazione in cui spiegheremo loro decine di punti del contratto che obbligatoriamente devono essere compilati”.

Per un approfondimento dell'argomento rimandiamo al servizio pubblicato sul numero 1554 di Guida Viaggi. s.v.

 


                                   .
 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte