EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Nigeria, il mercato del futuro

14/11/2018 15:37
A fare focus su questo segmento uno dei seminari di Buy Tuscany; annualmente sono 6,9 milioni i nigeriani che viaggiano per motivi leisure e 1,8 mln coloro che scelgono l'Europa

Si tratta di uno dei mercati del futuro: stiamo parlando della Nigeria. A fare focus su questo Paese e sulle sue potenzialità è stato un seminario durante Buy Tuscany.

Si tratta di un futuro non troppo lontano, se è vero che nel 2030 e nel 2050 secondo l'Onu la Nigeria figurerà rispettivamente al quinto posto e al terzo nel ranking della popolazione mondiale. Di lingua inglese ha una popolazione giovane: il 65% è sotto i 50 anni. Annualmente sono 6,9 milioni i nigeriani che viaggiano per motivi leisure; 1,8 mln coloro che scelgono l'Europa come destinazione del proprio viaggio.

Ma qual è l'identikit di questo tipo di turista? E' molto interessato all'Italia e alle grandi città europee, ama lo shopping. Si reca anche a Dubai, grazie alla semplicità nelle procedure per i visti e negli Usa, dove non esiste barriera linguistica. Si tratta dunque di un mercato ancora vergine, che ricorda il cinese degli inizi. Anche per le difficoltà nell'ottenimento dei visti e i dati disponibili in questo senso parlano chiaro: nel 2017 su 8700 visti Schengen richiesti, solo 3960 sono stati effettivamente rilasciati.

Tuttavia l'Italia rimane una delle destinazioni predilette dai Nigeriani: in particolare il Belpaese richiama i gruppi familiari tra agosto e settembre. Diversamente da quanto verrebbe spontaneo pensare, Natale e Capodanno non sono un periodo in cui i nigeriani prenotano, ma usualmente seguono il calendario scolastico per i propri spostamenti. Il nigeriano ha un'alta capacità di spesa e, last but not least, il turismo in Nigeria è rappresentato dalle agenzie: sono clienti che si affidano a un punto vendita, anche se utilizzzano gli strumenti informatici. Il viaggio è insomma parte della cultura del nigeriano, che si sposta fin da bambino. 

"In un mercato turistico sempre più competitivo - ha commentato il direttore di Toscana Promozione Turistica, Alberto Peruzzini - è fondamentale essere tra i primi a lavorare su certe mete. E se il Sudafrica è una realtà che da tempo è emersa a livello economico, e sulla quale puntare per l'immediato futuro, la Nigeria è una scommessa di più lungo periodo: una delle economie più dinamiche del continente africano che, dopo quello asiatico, rappresenta un bacino di utenza che una regione come la Toscana non potrà trascurare in futuro". n.s.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte