EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Brexit: Boeing si prepara, "ma non diminuirà la domanda di nostri aerei"

23/11/2018 10:21
Secondo il vice presidente del marketing Randy Tinseth infatti il distacco Uk "rallenterà la crescita delle economie britanniche e dell'Unione europea, ma non abbastanza da turbare la richiesta di aeromobili"
Un rallentamento della crescita che non frenerà la domanda di aerei. E' la previsione di Boeing  in vista della Brexit. Secondo il vice presidente del marketing Randy Tinseth infatti "rallenterà la crescita delle economie britanniche e dell'Unione europea, ma non abbastanza da turbare la domanda per i nostri aerei", ha detto in un'intervista a Bruxelles rilanciata da Bloomberg e ancora: "Ci aspettiamo che dal punto di vista del Regno Unito e dalla prospettiva europea, ci sia un impatto economico, non è possibile evitarlo, ma più sull'economia del Regno Unito che in termini di crescita potenziale".
 
Per il manager le vendite "su scala globale" saranno probabilmente inalterate. L'interesse dell'azienda in Europa e in Uk è significativo. La scorsa settimana il presidente europeo della compagnia Michael Arthur ha dichiarato che la società sta esaminando due o tre opzioni per l'espansione nel Regno Unito dopo aver aperto il suo primo stabilimento europeo a Sheffield, in Inghilterra, il mese scorso. La Gran Bretagna è anche un mercato di servizi redditizio, in quanto ha una politica di esternalizzazione della manutenzione dei velivoli.
 
Boeing sta facendo piani di emergenza per preparare i fornitori e coordinarsi. L'azienda europea si sta preparando a fare scorta di ricambi per mantenere i tassi di produzione in caso di ritardi doganali, così come lo specialista dei motori a reazione di Londra Rolls-Royce Holdings Plc, uno dei principali fornitori. "Per i clienti delle compagnie aeree di Boeing, anche i trattati bilaterali e gli accordi sui servizi aerei potrebbero essere influenzati", ha detto Tinseth, anche se ha ribadito una previsione di giugno per la domanda europea di 8.490 jetliner del valore di $ 1,2 trilioni nei prossimi 20 anni. Anche il concorrente della Boeing, Airbus, ha messo in guardia contro le conseguenze di una Brexit senza accordi che potrebbe portare a confini duri. 

TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte