EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Idee per Viaggiare celebra 20 anni negli Emirati

04/03/2019 15:43
Sono il prodotto che ha dato slancio al tour operator. In tanti anni, immutato l’approccio: formazione, scoperta, lavoro in condivisione
Compie 20 anni tra Dubai e Abu Dhabi Idee per Viaggiare. Gli Emirati sono il prodotto che ha dato slancio al tour operator, un’alleanza rafforzata alla cena di gala al Bulgari Yacht Club con Samir Mehta, g.m. Arabian Adventures, Thierry Aucoc, senior vice president commercial operation Europe and Russian confederation di Emirates, Daniele de Rosa, leisure manager Italy di Emirates, e Dora Paradies, country manager Italy Abu Dhabi Department for Culture and Tourism, la quale ha accompagnato gli 80 partecipanti al famtrip per tutto il viaggio.
 
Tra le tappe il Ritz Carlton Dubai dove si è svolto un evento di brand con premi per le agenzie, i nuovissimi Caesar Bluewaters Island e W The Palm, il Parco Warner di Abu Dhabi, l’ultimo show Le Perle di Dubai. Lontani i tempi del primo “Club Dubai” per l’operatore che mira a un traguardo di 100 milioni di fatturato e ha 110 persone nello staff. “Ma il segreto resta l’entusiasmo” ci racconta Danilo Curzi, ceo Idee Per Viaggiare, ponendo l’accento sull’assenza di turnover in azienda affianco alla direttrice di prodotto Tiziana Spila, che il Curzi non esita a definire di fronte a tutti: “la più grande esperta in Italia di questo mercato”.
 
“Mi ricordo i tempi in cui venivo qui con il caschetto nei cantieri dei grattacieli in costruzione - afferma Spila – e ogni volta che torno riesco a stupirmi, per questo anche noi abbiamo una continua attività di formazione. Questa è la ricetta per crescere costantemente su Dubai e Abu Dhabi, quando siamo arrivati qui non c’era nulla, ora voi stessi potete constatare dove stiamo andando” dice Curzi. Dubai si proietta già nel 2050: treni che viaggeranno a 1200 km orari per collegare le due città emiratine in 12 minuti, taxi droni, auto da scenario fantascientifico, energia pulita, arti biologici ricreati per il turismo della salute. “Per ora – afferma Spila - il grande obiettivo è il 2020 con l’Expo, l’apertura del Guggenheim di Abu Dhabi”. Inoltre, secondo Tiziana Spila, bisognerà anche stare attenti allo sviluppo del turismo nel deserto “non sarà più solo un luogo per cene caratteristiche o safari, ma la destinazione finale, con alberghi in cui ritirarsi a contemplare l’ambiente”. Quanto a nuovi prodotti nell’area Curzi afferma che sta riflettendo sulla possibilità di aprire alla Giordania e il Qatar. “Ma è tutto da vedere”.  l.s.

TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte