EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

O' Leary: tra dieci anni solo cinque player nel settore aereo

07/03/2019 15:16
Secondo il manager rimarranno solo Iag, Lufthansa, easyJet, Ryanair e Air France; per Elbers di Klm si avrà un consolidamento più limitato che vedrà tra i sette e i dieci attori

Risolvere i problemi di gestione del traffico aereo per continuare a crescere è diventata una vera sfida per le compagnie aeree. Michael O'Leary, ceo di Ryanair, ha assicurato che nei prossimi dieci anni si continuereranno a vedere fusioni. "Il processo di consolidamento lascerà un settore con cinque grandi player: Iag, Lufthansa, easyJet, Ryanair e Air France-Klm", ha dichiarato il manager nel corso di una conferenza organizzata dall'associazione Airlines per l'Europa (A4E).

Le parole dell’amministratore delegato di Klm Pieter Elbers, hanno coinciso in parte con l'omologo di Ryanair: secondo Elbers si avrà un consolidamento più limitato che lascerà un settore con "tra sette e dieci attori". "L'Europa non è come gli Stati Uniti e non ci saranno i pochi gruppi che esistono là. Abbiamo lingue diverse e culture diverse che porteranno alla necessità di più gruppi", ha detto il manager.

A questo proposito, va notato che l'aumento del costo del greggio, la forte concorrenza e la necessità di essere sempre più efficienti causeranno la scomparsa di un numero maggiore di compagnie aeree, anche se la domanda continuerà a salire. Per quanto riguarda le misure proposte per risolvere i problemi del traffico aereo, O'Leary sostiene che i gestori aerei (come ad esempio Enaire) subiscono un processo di liberalizzazione simile a quello sperimentato dalle compagnie aeree e sono quindi costretti a essere redditizi ed efficienti.

Per quanto riguarda la Brexit, le compagnie EasyJet, Klm, Ryanair e Lufthansa hanno affermato di essere più che pronte all’uscita del Regno Unito dalla Ue senza accordo posto che siano mantenuti gli impegni per consentire il libero passaggio di aeromobili tra i due territori fino alla firma dei patti bilaterali.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte