EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Venezia porto preferito dagli italiani per le crociere

08/03/2019 15:57
A dirlo uno studio di Crocierissime, secondo il quale il cliente è sempre più giovane

Uno studio realizzato da crocierissime.it relativo alle preferenze dei crocieristi italiani nell'anno 2018 (nel periodo dal 1 gennaio al 31 dicembre), ha rivelato dati molto interessanti. Ad esempio, che Venezia è il porto preferito per iniziare una crociera, le crociere attraverso il Mediterraneo Occidentale le più ricercate o che i crocieristi italiani sono ogni anno sempre più giovani, il 66% ha meno di 50 anni. La distribuzione per genere è quasi il doppio del numero di donne (63%) rispetto agli uomini (37%). Sorprende inoltre che più di un terzo (37%) dei vacanzieri viaggia con bambini e ragazzi di età inferiore ai 18 anni, mentre il 20% viaggia con gli amici. Ma la maggioranza, (l’82%) si gode la vacanza a bordo con il proprio partner.

Secondo i dati analizzati, Venezia è stato il porto di partenza più richiesto dagli italiani, e, in generale, le crociere nel Mediterraneo Occidentale sono state tra le preferite, scelte dal 48,4%. Andando da analizzare le grandi compagnie, la maggior parte dei crocieristi italiani ha privilegiato Msc Crociere, e Costa Crociere. Infine, secondo crocierissime.it, gli italiani prenotano le loro crociere in media 120 giorni prima della data di partenza e la vacanza preferita è quella di una settimana, più di quella di 3-5 giorni o di oltre 7 giorni. Per quanto riguarda i servizi offerti a bordo maggiormente richiesti dai passeggeri, i più importanti sono risultati i pacchetti con le bevande incluse, le mance incluse, il viaggio completo con trasferimenti e hotel, e il servizio wifi. Tra le dotazioni sulle navi, invece, le piscine riscaldate, la palestra e la spa.

Andrea Francescato, direttore commerciale di Crocierissime, ha dichiarato: “Ogni giorno i passeggeri delle crociere sono più giovani, il 21% di loro ha meno di 17 anni e il 66% meno di 50".


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte