EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

"Il mercato russo una garanzia per l’Italia"

11/03/2019 15:59
L'Enit al Mitt di Mosca. I dati dell’Ufficio studi intercettano la passione dei turisti dell’Est Europa, big spender per eccellenza

L'Enit al Mitt di Mosca , da domani al 14 marzo, con uno stand di circa 800 metri quadrati. Coinvolte le Regioni Calabria, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Marche, Puglia, Sardegna, Sicilia, Veneto e oltre 200 aziende turistiche. Alla conferenza stampa il 12 marzo seguirà la cerimonia di inaugurazione alla presenza dell'ambasciatore d'Italia a Mosca Pasquale Terracciano e del direttore esecutivo, Giovanni Bastianelli.

Il mercato russo è una garanzia per l’Italia. I russi non temono la crisi e investono nella Penisola. I dati dell’Ufficio studi Enit intercettano la passione per l’Italia dei turisti dell’Est Europa, big spender per eccellenza, pronti a tutto per un’esperienza di shopping tourism.

“L’Agenzia Nazionale del Turismo – sostiene il presidente Enit, Giorgio Palmucci - è attenta ad intercettare le rotte del luxury travel internazionale, ad analizzare i trend e le attitudini dei viaggiatori di alta gamma, provando a immaginare le prospettive future, anche in base all’impatto che lo sviluppo tecnologico può avere su questo segmento sensibile al valore aggiunto dei beni e dei servizi più che al costo dell’esperienza viaggio in sé".

I dati raccolti mostrano che tra le mete luxury travel c’è l’Italia, destinazione prediletta per i turisti extraeuropei fra i Paesi Schengen con 43 milioni di presenze. Nel 2018 il Bel Paese ha sorpassato anche la Francia e tallona la Spagna che invece ha subito una flessione 1,4 per cento in termini di presenze internazionali.

Continua a crescere la spesa dei turisti stranieri in Italia (+5,8%) e si impennano le vendite del turismo organizzato. L’amore dei russi per la Penisola si rafforza sempre di più: dal 2015 al 2018 se i viaggi dei russi all'estero si sono incrementati del 33,7%, guadagnano il +67% quelli verso l'Italia che raggiunge il podio al terzo posto dopo Turchia e Thailandia con 804mila viaggi (+19% sul 2017), superando i 780mila della Spagna.

La propensione a spendere fa scegliere esercizi alberghieri nell’80,6 per cento dei casi e non si accontentano: il 45 si orienta sull’extra lusso. Si intensifica anche il traffico aereo e da Nord a Sud d’Italia le rotte sono coperte da varie città: Verona, Torino, Milano, Venezia, Bergamo, Bologna, Rimini, Pisa, Roma, Napoli, Bari, Cagliari, Olbia, Catania, Palermo.

Nel primo trimestre 2019, con 44mila arrivi aeroportuali dalla Russia in Italia, si consolida il trend dell’aumento di passeggeri soprattutto da Mosca e San Pietroburgo. Fitto il programma degli appuntamenti Enit. 
 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte