EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Anche gli Usa fermano i B737: ora è rischio caos

14/03/2019 09:30
La Faa lascia a terra i jet "incriminati": necessarie riprogrammazioni e sostituzioni dei velivoli lasciati a terra per le compagnie aeree di tutto il mondo

Anche gli Usa lasciano a terra i Boeing 737 Max. La decisione è arrivata dalla Faa, organismo statunitense delegato alla sicurezza aerea, sulla base delle nuove evidenze provenienti dal sito del tragico incidente dell'Ethiopian Airlines di pochi giorni fa, il secondo in pochi mesi per il modello.

La messa a terra è arrivata dopo che una serie di esperti di diritto statunitensi, insieme a piloti e associazioni di membri dell'equipaggio di cabina, hanno esercitato pressioni sull'organismo americano per la sicurezza aerea per seguire gli altri paesi che in tutto il mondo avevano sospeso l'utilizzo del Boeing 737 Max 8 in seguito al disastro di domenica.

Così, Southwest Airlines ha spento i motori dei suoi 34 esemplari. Stessa policy per United – per complessivi 14 aeromobili e la riprogrammazione di altri esemplari sui voli schedulati, oltre a un re-booking dei passeggeri – e American Airlines, con i suoi 24 B737 Max.

Nel frattempo, sul versante italiano, Air Italy ha spiegato che, per ovviare al fermo della propria flotta B737, ha organizzato la sostituzione di un aereo grazie al proprio partner strategico Bulgaria Air. "In seguito al fermo del nostro aereo B737, era fondamentale trovare una sostituzione il più rapidamente possibile, così da ridurre al minimo l'impatto sui nostri passeggeri - ha dichiarato il chief operating officer di Air Italy, Rossen Dimitrov -. Ora, grazie al nostro partner strategico Bulgaria Air siamo riusciti a noleggiare un loro aereo A319 in brevissimo tempo".

Nel frattempo, Norwegian ha già parlato della necessità di "compensazioni" da parte di Boeing. Ora il rischio, per le compagnie aeree, è proprio legato alla necessità di riprogrammare e di reperire aeromobili in sostituzione dei B737, in attesa di certezze sul modello: pena, il caos nei cieli. g.m.
 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte