EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Abu Dhabi: focus su cultura e varietà dell'offerta

15/03/2019 16:22
Una nuova attrazione per l'Emirato: l'apertura del Palazzo Presidenziale Qasr Al Watan alle visite. "Siamo una destinazione culturale e non solo di mare e spiagge" è la strategia

"Siamo una destinazione  con una ampia varietà di offerta che  viene incontro a tutte le esigenze. Quest'anno puntiamo molto sulla cultura e guardiamo ad ampliare target interessanti e in espansione come quelli delle crociere e del turismo attivo nella natura. Non solo grattacieli e tecnologia". Così Ikram Atitar, international Pr di Dct Abu Dhabi delinea a Guida Viaggi la strategia della destinazione per il 2019. Investimenti importanti quelli che l'Emirato ha messo in campo sulla cultura, ma i risultati si vedono: il Louvre Abu Dhabi ha generato oltre un milione di visitatori nel suo primo anno di apertura e di questi i visitatori internazionali rappresentano il 60% (ne abbiamo parlato qui).

"Stiamo lavorando bene con gli operatori anche italiani, proponendo itinerari più complessi che mostrano tutto il nostro paese e le attività possibili da fare, certamente non basta e continueremo a investire. Nel mercato europeo siamo forti e continuiamo a guardare anche ai visitatori globali: all'India, e alla Cina, mercati molto diversi che hanno esigenze specifiche" ha aggiunto Atitar. Tra i mercati emergenti anche la Corea del Sud grazie al nuovo volo di Etihad su Seul: "Etihad per noi è resta un partner strategico per i collegamenti che aprono nuove opportunità, a breve volerà anche da Barcellona". Si guarda anche al 2020 e all'Expo che vedrà protagonista la vicina Dubai ma in generale guiderà molti visitatori alla scoperta dell'area.

A Ikram Atitar si unisce Anthony Rippingale acting director travel trade e market development department: " L'Italia è un importante mercato per noi che ha molto potenziale, in particolare nel settore Mice su cui certamente lavoreremo. Inoltre l'avvio dell'Anno della Tolleranza con la visita di Papa Francesco, è stato un importante momento per attirare la giusta attenzione sulla destinazione e incuriosire chi non è mai venuto. Nello stesso tempo stiamo lavorando sulla strategia digitale per continuare ad attrarre chi è già venuto e vuole tornare a conoscere altre zone del paese. Non siamo solo una destinazione per le spiagge e il mare ma siamo una destinazione culturale", ha concluso il manager. 

Un ricco calendario di eventi

Tra le novità più importanti di quest'anno, l'apertura del Palazzo Presidenziale Qasr Al Watan dalle 9 alle 22 e per chi fa la visita serale alle 19.30 c'è lo show di luci e suoni Palace in Motion. Il paese con la visita di febbraio di Papa Francesco, ha avviato l'Anno della Tolleranza e  in questi giorni ospita gli Special Olympics Games. Dal 7 all'11 aprile si svolgerà la terza edizione del Culture Summit Abu Dhabi 2019 a Manarat Al Saadiyat, in collaborazione con cinque partner culturali che rappresentano settori influenti nei settori dei media, del patrimonio, delle arti, dei musei e della tecnologia. Tra i partner, The Economist Events, che programmerà il flusso mediatico e fornirà competenze nel discutere questioni relative all’ informazione e alle sue politiche; l'Unesco, per affrontare il ruolo del patrimonio tangibile e intangibile nel cambiamento sociale; la Royal Academy of Arts per curare e dirigere la parte artistica; il Museo e la Fondazione Solomon R. Guggenheim per esplorare come i musei possono modellare il futuro della cultura (sono in corso i lavori per aprire anche il Guggenheim Abu Dhabi, dopo il Louvre), e Google, per fornire spunti sulla tecnologia digitale. a.g.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte