EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Emilia-Romagna: accordo con Cdp, fino a 150 mln di investimenti

12/04/2019 10:14
La cifra sarà destinata per ristrutturare alberghi, villaggi vacanze e altre strutture turistiche. Previsto un contributo a fondo perduto

Regione Emilia-Romagna e Cassa depositi e prestiti S.p.A. (Cdp) hanno sottoscritto un accordo finalizzato ad attivare interventi di ristrutturazione e/o ammodernamento delle strutture turistiche da Piacenza a Rimini per complessivi 150 milioni di euro.
L’accordo istituisce il Fondo regionale “EuReCa Turismo”, la piattaforma nata per facilitare l’erogazione di finanziamenti alle imprese del settore attraverso la concessione di garanzie da parte del sistema dei Confidi, grazie ad una “contro-garanzia” da parte di Cassa depositi e prestiti.

Il modello operativo è fondato sull’utilizzo combinato (blending) di risorse regionali e risorse Cdp, con la finalità di supportare l’economia del territorio, favorendo l’accesso al credito delle imprese che operano nel settore turistico della Regione.

Cassa depositi e prestiti, con questa operazione, punta a generare un impatto positivo in termini sociali e ambientali oltre che sull’economia del settore, che conta 150.000 camere in 4.300 strutture alberghiere e similari, in coerenza con l’orientamento allo sviluppo sostenibile che il gruppo ha scelto con il suo nuovo Piano industriale.
L’iniziativa si inserisce all’interno della collaborazione avviata con successo tra Regione Emilia-Romagna e Cdp nel 2018, con il lancio di una prima iniziativa a sostegno dell’industria manifatturiera, che ha permesso di attivare oltre 90 milioni di euro di investimenti, grazie al perfezionamento di 346 progetti.

Con questo nuovo intervento, gli investimenti delle imprese turistiche beneficeranno di un contributo a fondo perduto, nella misura minima del 10-20% in relazione alla tipologia di impresa beneficiaria. Il contributo sarà concesso direttamente dalla Regione, attraverso una misura di prossima attivazione, con l’individuazione, da parte di Cdp, dei Confidi ammessi ad operare sulla piattaforma.

 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte