EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Alitalia, il prestito da 900 mln diventa senza scadenza

19/04/2019 11:44
La decisione del Governo prevista nelle prime bozze del decreto legge crescita

Il governo ha cancellato il termine del 30 giugno prossimo per la restituzione del prestito di 900 milioni di euro concesso dal ministero dell’Economia ad Alitalia dopo il commissariamento.

Dopo tre proroghe, il governo ha deciso di abolire la scadenza che era stata fissata "non oltre il termine 30 giugno 2019", nel decreto semplificazioni del dicembre scorso. A parlarne Il Sole 24 ore di stamane. La novità è prevista nelle prime bozze del decreto legge crescita, nell’articolo 38, la norma "volta a consentire l’eventuale ingresso del Mef nel capitale sociale della Newco Nuova Alitalia".

La norma prevede che il Mef possa usare i proventi degli interessi sul prestito, "stimati in 145 milioni", per sottoscrivere quote di capitale dell’ipotizzata "nuova Alitalia", la società che verrà costituita se avrà successo il progetto delle Ferrovie dello Stato con altri soci per comprare l’aviolinea commissariata (finora le adesioni sono insufficienti, limitate al 60% del capitale della "newco", incluso il 15% del Mef).

A meno di modifiche nel testo finale del decreto, che sarà esaminato il 24 aprile dal Consiglio dei ministri, non c’è più una data fissa entro la quale i 900 milioni devono essere restituiti allo Stato. La bozza stabilisce che i 900 milioni del "prestito ponte" saranno restituiti al Mef "nell’ambito della procedura di ripartizione dell’attivo dell’amministrazione straordinaria a valere e nei limiti dell’attivo disponibile di Alitalia Società aerea italiana Spa in amministrazione straordinaria".

 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte