EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

737 Max: al vaglio la certificazione degli aeromobili

24/04/2019 10:07
Nominato un team di sei esperti per rivedere il processo di certificazione aeronautica della Federal aviation administration

Il capo del dipartimento dei trasporti degli Stati Uniti, Elaine Chao, ha nominato un nuovo team di sei esperti per rivedere il processo di certificazione aeronautica della Federal aviation administration (Faa) dopo gli incidenti che hanno coinvolto due velivoli Boeing 737 Max.

Il gruppo sarà diretto da Lee Moak, ex presidente dell'Air line pilots association, international (Alpa), e Darren McDew, ex capo del US transportation command. Entrambi agiranno in qualità di co-presidenti del team.

"Questo comitato speciale ha il compito specifico di rivedere il processo di certificazione del 737 Max 8 dal 2012 al 2017. I risultati di tale revisione forniranno la base per quelli che saranno i miglioramenti del processo di certificazione ", ha affermato Elaine Chao.

Gli altri quattro membri del comitato sono: Amy Pritchett, direttore del dipartimento di ingegneria aerospaziale presso la Pennsylvania State University ed ex direttore del programma di sicurezza aerea della Nasa; Gretchen Haskins, direttore esecutivo di HeliOffshore, associazione focalizzata sulla sicurezza operativa degli elicotteri offshore. Insieme a Kenneth Hylander, direttore della sicurezza di Amtrak, ed ex presidente della Flight safety foundation nonchè in servizio per Delta Air Lines e Northwest airlines, e David Grizzle, membro del consiglio di amministrazione di Republic airways ed ex consulente senior e capo nell'organizzazione del traffico aereo per Faa.

Il comunicato stampa afferma che l'obiettivo del comitato è presentare proposte per migliorare "il processo di certificazione degli aeromobili della Faa, comprese raccomandazioni sulla delega di autorità e formazione e miglioramenti in altri processi di certificazione".

A questo si aggiunge il gruppo di esperti indipendenti che la Faa ha costituito il 25 marzo per la revisione approfondita del software di controllo automatico del 737 Max. Il gruppo comprende almeno nove rappresentanti di autorità aeronautiche non statunitensi. Nello specifico dall'Unione europea, oltre ad Australia, Brasile, Canada, Cina, Giappone, Indonesia, Singapore e Emirati Arabi Uniti.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte