EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

L'Aeroporto di Bergamo si apre all'arte

05/05/2019 09:49
Le tre opere in mostra nel terminal sono: Porta di granaio africana di inizio del XX secolo; Opera di Giacomo Manzù; Fernando Botero Gatto (prova d'artista 1/2), 2002 bronzo

Il terminal partenze dell’Aeroporto di Milano Bergamo ospita tre opere d’arte che hanno fatto parte della mostra “L’incanto svelato. L’Arte della meraviglia da Tiepolo a Manzù”, promossa dalla Fondazione Comunità Bergamasca.

Sacbo, che gestisce l’infrastruttura di volo diventata strategica per il tessuto socio-economico,
riafferma in tal modo il valore della cultura come strumento di comunicazione e promozione del
territorio al quale l’aeroporto fa riferimento. Le tre opere d’arte in mostra nel terminal sono: Porta di granaio africana di inizio del XX secolo; Opera di Giacomo Manzù, bronzo; Fernando Botero Gatto (prova d'artista 1/2), 2002 bronzo.

Le  Porte di Granaio di cultura Dogon, provenienti dal Mali, sono testimonianze di un mondo lontano e raffinato. Le immagini scolpite a rilievo degli antenati e degli animali, insieme alle scene di vita quotidiana del villaggio, sono rappresentazioni simboliche del Granaio della Terra Pura, arca della salvezza che contiene tutta la vita sulla terra e che preserva l'ordine nell'universo.

Fra i temi più cari allo scultore Giacomo Manzù, quello del cardinale costituisce uno dei soggetti che più a lungo ha accompagnato la sua produzione. In questo rilievo l’alto ecclesiastico è raffigurato mentre con gesto amorevole cerca di accarezzare la guancia di un bimbo.

Densa di riferimenti all’arte precolombiana, come pure a quella rinascimentale e alla scultura
francese del Novecento, la scultura di Fernando Botero in esposizione è una prova d’artista di un
gatto di bronzo eseguito nel 1999 e facente parte di una mostra personale tenuta a Venezia nel
2003.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte