EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Usa, trend positivo per gli operatori; in linea il Canada

07/05/2019 11:00
Per alcuni si segnala un rallentamento delle concretizzazioni in alta stagione, forse a causa della Pasqua alta. Si confida nella ripresa

Trend positivo per gli Usa, in linea per il Canada: questo l’andamento delle due destinazioni secondo i t.o. di casa nostra.
Utat lo definisce“molto buono per gli Stati Uniti, stazionario il Canada – spiega il direttore commerciale del Gruppo Caldana Arianna Pradella - che dopo il boom di 2 anni fa registra, come lo scorso anno, un andamento al di sotto delle aspettative”. Benissimo gli Usa per Viaggidea, “con andamenti superiori rispetto all'anno scorso – dice Consuelo Cerri, contracting manager Usa e Canada -. Il Canada va più a rilento”. Più positivo il giudizio di Reimatours, secondo il quale “gli Usa continuano ad avere un grosso appeal per i clienti italiani, sono una meta che continua a far sognare i nostri connazionali – evidenzia il direttore generale Franco Cesaretti -. Il Canada è però sempre più richiesto, ed ora comincia ad essere una destinazione anche per i viaggi di nozze, in combinata magari con un soggiorno mare ai Caraibi”.  All’incremento di interesse e di richieste di preventivo per entrambe le mete, “segno di un grosso interesse”, fa però, da contraltare, un rallentamento delle conferme in alta stagione, “forse a causa della Pasqua alta. Confidiamo, però che dopo Pasqua, il mercato riprenda bene e questo momento sia rapidamente superato”. Visione non dissimile per Hotelplan: “L’andamento per queste due destinazioni è costante e in ripresa, negli ultimi mesi, per quel che riguarda gli Usa. Abbiamo avuto ottimi risultati per quanto riguarda le vendite di aprile e maggio, grazie al lungo ponte di Pasqua di quest’anno – afferma Norma Padrevita, pm Hotelplan di Usa, Canada, Messico e Caraibi, Sudamerica -. Per quanto riguarda le prenotazioni estive sono partite un po’ lente, ma ora sono in forte ripresa con prenotazioni e vendite importanti, specialmente sui nostri ‘Viaggi Inconfondibili’, itinerari e tour che permettono di conoscere una destinazione nel modo più immersivo e completo possibile. Più rallentato il Canada, rispetto allo scorso anno, anche se l’interesse e l’attenzione per la destinazione è sempre molto alta”. Trend di incremento a doppia cifra per gli Stati Uniti di I Viaggi del Delfino: “Cresce anche il numero dei passeggeri e il valore medio pratica – evidenzia Ivana Di Stasio, managing director -. Un risultato raggiunto anche grazie al supporto di molte agenzie che negli ultimi anni avevano venduto la destinazione ‘direttamente’ – fa notare la manager - ma ora, con la nuova Normativa Europea, preferiscono affidarsi a un operatore”.  L’andamento del Canada rimane stabile: “E’ una destinazione molto stagionale, che continua a risentire della vicinanza con gli Usa collegati da molti più voli e supportati nelle vendite da una forte promozione turistica. Diverso il discorso per Eden: “Queste due destinazioni stanno riscontrando andamenti molto positivi – dice Silvia Brunetti, direttrice business unit Made -. Gli Stati Uniti stanno crescendo molto rispetto allo scorso anno, mentre il Canada è una novità per il brand che si è aggiunta proprio da quest’anno a catalogo”. Estremamente positivo l’andamento per Naar, che lo definisce “in crescita costante a doppia cifra anche rispetto all'anno scorso – illustra Lucia Alessi, product manager Nord America -, che era già stato molto buono”. Sulla stessa linea Albatravel: “Al momento gli Usa registrano un +5-6% di prenotazioni – commenta il direttore vendite Luca Riminucci -, il Canada è in linea. Va detto, però, che si tratta di due destinazioni con numeri diversi”. Sugli Usa l’offerta di prodotto è, infatti, decisamente superiore. n.s.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us