EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Usa, trend positivo per gli operatori; in linea il Canada

07/05/2019 11:00
Per alcuni si segnala un rallentamento delle concretizzazioni in alta stagione, forse a causa della Pasqua alta. Si confida nella ripresa

Trend positivo per gli Usa, in linea per il Canada: questo l’andamento delle due destinazioni secondo i t.o. di casa nostra.
Utat lo definisce“molto buono per gli Stati Uniti, stazionario il Canada – spiega il direttore commerciale del Gruppo Caldana Arianna Pradella - che dopo il boom di 2 anni fa registra, come lo scorso anno, un andamento al di sotto delle aspettative”. Benissimo gli Usa per Viaggidea, “con andamenti superiori rispetto all'anno scorso – dice Consuelo Cerri, contracting manager Usa e Canada -. Il Canada va più a rilento”. Più positivo il giudizio di Reimatours, secondo il quale “gli Usa continuano ad avere un grosso appeal per i clienti italiani, sono una meta che continua a far sognare i nostri connazionali – evidenzia il direttore generale Franco Cesaretti -. Il Canada è però sempre più richiesto, ed ora comincia ad essere una destinazione anche per i viaggi di nozze, in combinata magari con un soggiorno mare ai Caraibi”.  All’incremento di interesse e di richieste di preventivo per entrambe le mete, “segno di un grosso interesse”, fa però, da contraltare, un rallentamento delle conferme in alta stagione, “forse a causa della Pasqua alta. Confidiamo, però che dopo Pasqua, il mercato riprenda bene e questo momento sia rapidamente superato”. Visione non dissimile per Hotelplan: “L’andamento per queste due destinazioni è costante e in ripresa, negli ultimi mesi, per quel che riguarda gli Usa. Abbiamo avuto ottimi risultati per quanto riguarda le vendite di aprile e maggio, grazie al lungo ponte di Pasqua di quest’anno – afferma Norma Padrevita, pm Hotelplan di Usa, Canada, Messico e Caraibi, Sudamerica -. Per quanto riguarda le prenotazioni estive sono partite un po’ lente, ma ora sono in forte ripresa con prenotazioni e vendite importanti, specialmente sui nostri ‘Viaggi Inconfondibili’, itinerari e tour che permettono di conoscere una destinazione nel modo più immersivo e completo possibile. Più rallentato il Canada, rispetto allo scorso anno, anche se l’interesse e l’attenzione per la destinazione è sempre molto alta”. Trend di incremento a doppia cifra per gli Stati Uniti di I Viaggi del Delfino: “Cresce anche il numero dei passeggeri e il valore medio pratica – evidenzia Ivana Di Stasio, managing director -. Un risultato raggiunto anche grazie al supporto di molte agenzie che negli ultimi anni avevano venduto la destinazione ‘direttamente’ – fa notare la manager - ma ora, con la nuova Normativa Europea, preferiscono affidarsi a un operatore”.  L’andamento del Canada rimane stabile: “E’ una destinazione molto stagionale, che continua a risentire della vicinanza con gli Usa collegati da molti più voli e supportati nelle vendite da una forte promozione turistica. Diverso il discorso per Eden: “Queste due destinazioni stanno riscontrando andamenti molto positivi – dice Silvia Brunetti, direttrice business unit Made -. Gli Stati Uniti stanno crescendo molto rispetto allo scorso anno, mentre il Canada è una novità per il brand che si è aggiunta proprio da quest’anno a catalogo”. Estremamente positivo l’andamento per Naar, che lo definisce “in crescita costante a doppia cifra anche rispetto all'anno scorso – illustra Lucia Alessi, product manager Nord America -, che era già stato molto buono”. Sulla stessa linea Albatravel: “Al momento gli Usa registrano un +5-6% di prenotazioni – commenta il direttore vendite Luca Riminucci -, il Canada è in linea. Va detto, però, che si tratta di due destinazioni con numeri diversi”. Sugli Usa l’offerta di prodotto è, infatti, decisamente superiore. n.s.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte