EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Sistina, il sistema per il turismo innovativo nell'alto Mediterraneo

23/05/2019 09:42
Il progetto realizzato nell'ambito del programma europeo marittimo Italia-Francia 2014/2020 è frutto di una cooperazione transfrontaliera, che coinvolge cinque regioni del Mediterraneo

Sardegna, Corsica, Toscana, Liguria, Provenza-Alpi-Costa Azzurra: sono questi i luoghi del Mediterraneo offerti da Sistina, il sistema per il turismo innovativo nell'alto Mediterraneo, in un progetto di diversificazione integrata, con l'obiettivo di destagionalizzare i flussi turistici e incentivare una più lunga permanenza. L'iniziativa è realizzata nell'ambito del programma europeo marittimo Italia-Francia 2014/2020, frutto di una cooperazione transfrontaliera che coinvolge le cinque regioni del Mediterraneo. Presentato nella sede dell'Enit, da oggi è anche on line il sito www.grandtourupmed.eu dove 48 tour operator illustrano le proprie offerte. “Il portale da questo momento è consultabile – ha detto Stefano Landi, consulente manageriale che ha coordinato la presentazione del progetto. Quello che si intende offrire con questi sistema sono dei tour dove il balneare è escluso mentre si va a puntare su nicchie di mercato. A giugno partiranno dei blog tour per degli influencer famosi che testimonieranno la bontà del territorio e del nostro progetto”.

"Un progetto che unisce Italia e Francia e che racchiude diverse realtà non è trascurabile. Sistina è una novità assoluta per il turista medio alto che attraverso il portale può organizzare la sua vacanza. Io non sono per le promozioni singole, che non portano lontano, ma per le iniziative comuni tra territori”, ha dichiarato Massimo Mallegni, assessore ai beni, attività culturali e turismo del comune di Pietrasanta, albergatore e proprietario di uno stabilimento balneare.

Gianni Bastianelli, direttore esecutivo Enit, ha ricordato che in questo momento 33 giornalisti provenienti da tutto il mondo sono al seguito del Giro d'Italia. “Sono giornalisti sportivi che pedalano per tre giorni ciascuno. E' una maniera per far vedere l'Italia da un altro punto di vista, dove siamo più forti. Inoltre, dobbiamo venire incontro alle richieste del prodotto lusso che ci arriva un po' da tutto il mondo. Con Virtuoso, che racchiude sotto il suo marchio tutti i tour operator del lusso, Enit sta operando affinché l'Italia entri in maniera più determinante nel circuito del lusso. E' bene non dimenticare come sia fondamentale il livello dei servizi e la qualità dell'offerta e come sia importante il primo impatto del turista straniero nel nostro paese. Non si può scindere il tema della promozione da quello dell'accoglienza”, ha concluso Bastianelli. a.to.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte