EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Primarete cresce nell'Aip: Travelbuy porta altre 60 agenzie

04/06/2019 16:26
Alfredo Vassaluzzo conferma l'operazione e dichiara: "Stiamo definendo gli ultimi dettagli di una trattativa oramai conclusa per creare in Italia un network che supererà i 160 punti vendita”

Trattativa conclusa, Travelbuy porta nel Gruppo Primarete altre 60 agenzie di viaggi in Aip. Qualche giorno fa Guida Viaggi aveva anticipato i rumors di mercato che davano come imminente un'operazione che gravitava intorno al Gruppo Primarete e che avrebbe visto come protagonista la rete capitanata da Alfredo Vassalluzzo. 

Dal canto suo l'amministratore unico di Travelbuy, raggiunto da Guida Viaggi conferma l'operazione e dichiara: "Stiamo definendo gli ultimi dettagli di una trattativa oramai conclusa per creare in Italia un network di agenzie in Aip (da sempre quelle più interessanti sotto tutti i punti di vista per i fornitori) che supererà i 160 punti vendita”. 

Perchè più interessanti? "In quanto la gestione in modo centralizzato della parte del marketing e delle diverse iniziative per i fornitori rappresenta una comodità in quanto interagiscono solo con un ufficio che è la sede centrale - osserva il manager -. Le nostre Aip nascono già con la veste Travelbuy e fanno parte di un sistema a 360° in cui noi forniamo tutto, tra cui contabilità, gestionale, assistenza legale, fideiussioni e questo rappresenta un valore aggiunto".

Tutto ciò però ha un costo? A tal proposito Vassalluzzo fa presente che "come spesa è al di sotto di quello che spenderebbe una adv per aprire in modo indipendente". Il manager fa un passo in più ed aggiunge che l'Aip "non ha senso per le adv storiche o già operative, ma per quelle che devono ancora entrare nel settore".

A questo punto, numeri alla mano, nascerebbe in Italia il secondo network di agenzie di viaggi in Aip per numero di punti vendita. L’operazione si inserisce in una mossa più articolata condotta da Primarete, che nei giorni scorsi ha inviato una nota in cui accennava a possibili cambiamenti in arrivo nella media distribuzione. La pista che stavamo seguendo si conferma quindi quella giusta. Cercheremo di scoprire a breve il nome del network coinvolto nell'operazione. s.v.

 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte