EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

CaboVerdeTime: partono oggi le vendite invernali

25/06/2019 10:48
Particolare attenzione al segmento famiglia e riconferma delle collaborazioni con Hilton e Gruppo Meliá. A metà dicembre l'apertura del Robinson Club CaboVerdeTime, a Sal

Aprono oggi le vendite invernali di Halos Casa Resort, il 4 stelle, all inclusive situato a Sal, è una delle due strutture di proprietà di CaboVerdeTime, l'altra è l'Hotel Sobrado, soluzione alberghiera ubicata nel centro di Santa Maria. "Località che si sta sviluppando molto rapidamente - sottolinea il neo direttore commerciale Pietro Dusi -, in modo ottimo sul fronte della ricettività, infatti sono arrivate anche le grandi catene internazionali". 

Il t.o. vola con Blue Panorama, da Bergamo il sabato con rientro la domenica mattina, "il che permette di toccare un mercato più ampio - commenta Dusi -, il volo è fino al 30 aprile del 2020, copre la summer e la winter. La Lombardia rappresenta l'80% del nostro fatturato". Sono 170 i posti volo che il t.o. ha a settimana.
Al momento non è prevista l'apertura di altri scali da cui volare, ora l'attenzione è tutta concentrata sulla volontà "di far conoscere bene il prodotto alle adv, in particolare Halos Casa Resort si presta per il target famiglie, per questo abbiamo provveduto ad abbassare i supplementi per tipologie di camere, che al momento sono piuttosto alti, per andare incontro a questo mercato". La programmazione invernale del t.o. va dal 1° novembre al 30 aprile. Anticipare l'apertura delle vendite va in questa direzione, ossia quella di poter venire incontro al segmento famiglia che prenota con maggiore anticipo.

Il prodotto e gli step del progetto Stefanina

Sul fronte prodotto il t.o. ha riconfermato le collaborazioni con Hilton e con il Gruppo Meliá. A metà dicembre ci sarà l'apertura del 4 stelle con 301 camere, Robinson Club CaboVerdeTime, a Sal, di cui il t.o. ha 20 camere a settimana. La struttura nasce dalle ceneri del famoso Crioula, villaggio classico in formula all inclusive, (chiuso nell'agosto del 2018 e successivamente abbattuto), simbolo di un'epoca gloriosa per il t.o. e la destinazione stessa, ma che oramai aveva fatto il suo tempo. Si necessitava un cambio di passo, un restyling non solo della struttura, ma proprio del modo di proporre Capo Verde, a chiederlo, in un certo senso è stato il mercato stesso, che è cambiato. Il t.o. lo ha compreso e non ha tardato ad interpretare le richieste in evoluzione.
Da qui il passaggio ad un nuovo modo di proporre Capoverde, di cui abbiamo già parlato su questa agenzia di stampa, al tempo della direzione commerciale di Michele Rongoni, non più incentrato solo sul modello del villaggio all inclusive, ma sulla costruzione di nuovo prodotto partito con la realizzazione dell'Holtel Sobrado, 4 stelle nella località di Santa Maria, con 54 camere in formula hoteliera classica. Un target di hotel che mancava, in risposta ad un cliente che è tornato a vivere la destinazione, uscendo dalla struttura.
Il tutto è legato al grande progetto portato avanti dalla holding Stefanina Group, di cui il t.o. fa parte, che ha al suo attivo più rami (tour operating, divisione incoming, costruzioni, gestione alberghiera e la società che gestisce le saline di Pedra de Lume). Ricordiamo che l'ingegner Stefanina aprì la meta nel 1994 e che nel 1995 decollò il primo volo charter. 

Il secondo step del progetto è stato il complesso hoteliero Halos Casa Resort, ben accolto dal mercato. Il terzo tassello è l'apertura nel 2020 di Halos Hotel, con 250 camere. Come si sa ogni tassello fa parte di un progetto più ampio, a cui il gruppo sta lavorando, che lo porterà alla realizzazione di un complesso turistico di complessivi 800 posti letto gestiti dal gruppo, parco acquatico, angoli gourmet ed area benessere. s.v.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte