EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Un bollino blu per dare forza al settore

15/07/2019 10:24
L'idea è stata lanciata da Cgil venerdì scorso a Vieste, per la Regione Puglia, rivolta alle aziende che applicano il contratto collettivo. E' piaciuta al presidente Fiavet, Ivana Jelinic, che ha pensato di estenderla a livello nazionale

Un bollino blu per il settore, potrebbe essere questo lo slogan, ma andiamo per gradi. Tutto si è svolto lo scorso venerdi a Vieste, durante il convegno organizzato dalla Cgil, che ha lanciato un'idea per la Regione Puglia, ossia "un bollino blu per le aziende che applicano il contratto collettivo". Tra i partecipanti all'incontro anche il presidente di Fiavet, Ivana Jelinic, che ha trovato la proposta molto interessante.

"E' un modo per manifestare la propria attinenza alla legalità - commenta Jelinic a Guida Viaggi -, questo è un tema molto sentito in Puglia in relazione al numero degli assunti regolari, rispetto alla mole della forza lavoro impiegata. Sono stata invitata al convegno ed ho trovato l'idea molto valida, sarebbe bello se Fiavet Nazionale lanciasse questo bollino blu esteso per tutta Italia, sarebbe un modo per comunicare al cliente finale, che si è certificata la propria eticità. Un bollino blu è un segno - ha aggiunto il presidente Fiavet -, va inteso anche come un messaggio culturale, che può essere indicato nella pagina web o Facebook, un messaggio per dire noi siamo quelli che agiscono nella legalità e nell'etica", sottolinea Jelinic.

Interpellata su possibili progetti in merito, il presidente trae dalla proposta lanciata a Vieste uno spunto per "lavorare sul tema, provando a diffonderlo e a fare comunicazione positiva in merito". 

Da un argomento di attualità ad un altro. Alitalia. Abbiamo chiesto un commento al presidente Fiavet sulla situazione attuale che si è venuta a delineare. "Incrociamo le dita e aspettiamo fiduciosi, la speranza è che possano trovare una cordata vera in grado di poter presentare un piano industriale degno di questo nome", ha affermato. Dal canto suo Jelinic esprime ammirazione per il "coraggio" di chi, non appartenendo al settore, ha deciso di investire sul fronte del trasporto aereo, "che si trova oggi in una condizione complicata, il  momento non è favorevole per i vettori aerei, abbiamo visto quanti fallimenti ci sono stati". s.v.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte