EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Il MArTA entra nell'era 3.0

23/08/2019 15:32
Il Museo archeologico nazionale di Taranto ha presentato la sua nuova identità visiva e digitale all’insegna dell’innovazione

Il Museo archeologico nazionale di Taranto cambia pelle e lo fa attraverso una nuova identità visiva, che prevede una rinnovata immagine coordinata che rientra in un ampio progetto di rinnovamento e di valorizzazione denominato “Il Museo MArTA 3.0”. Il progetto è finanziato dal Programma operativo nazionale Fesr “Cultura e Sviluppo” 2014/2020 che il MArTA, uno dei più importanti musei archeologici al mondo per la storia delle sue collezioni e la ricchezza del patrimonio culturale del suo territorio, ha intrapreso e che, nel prossimo biennio, ne cambierà radicalmente anche le modalità di fruizione da parte dell’utenza.

Il nuovo progetto è stato affidato, dopo una gara a evidenza pubblica, alla Rti composta da Never Before Italia, marketing consulting company e Meeting Planner, azienda specializzata nella meeting industry e nel destination management.

“Il progetto MArTA 3.0 – spiega Eva Degl'Innocenti, direttore del museo - si pone l’obiettivo di rinnovare, integrare ed estendere l’offerta culturale del Museo archeologico nazionale di Taranto, facendo uso delle più moderne tecnologie Ict CT ed erogando contenuti innovativi e interattivi, che prevedano il coinvolgimento emotivo e la partecipazione attiva e sociale del visitatore”.

La nuova immagine coordinata – prima tappa di questa sfida culturale – comprendente il restyling del logo, la rinnovata strategia di comunicazione online e offline e il nuovo sito web. “Questo percorso di innovazione – conclude Degl'Innocenti - si inserisce all’interno di una più ampia strategia di riqualificazione e rilancio dell’attrattore MArTA che intende riflettersi in maniera osmotica anche verso il contesto sociale e culturale dell’area tarantina e regionale pugliese, generando in tal modo un circolo virtuoso in grado di sostenere e alimentare processi di innovazione sociale”.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte