EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Massa, Msc: "Obiettivo 5,5 milioni di passeggeri nel 2027"

06/08/2019 08:40
Le strategie per convincere sempre più italiani a scegliere le crociere, gli incentivi per le adv, la questione "cubana" e quella di Venezia: parla il country manager Italia della compagnia

“Raddoppieremo la capacità nei prossimi 8 anni: abbiamo chiuso il 2018 con 2,4 milioni di passeggeri e contiamo di arrivare a completare il piano industriale del 2027 a quota 5,5 milioni di passeggeri”. E’ così che Leonardo Massa, country manager Italia di Msc crociere, ci racconta il futuro prossimo della compagnia che, spiega, passa da “un investimento forte sulle nuove navi”.

Grandiosa in primis, nuova ammiraglia attesa per novembre 2019 e prima nave della categoria Meraviglia Plus. E se cresce l’offerta, è però vero che i mercati europei, e ancor più quello italiano, sembrano restate indietro per tasso di penetrazione del cruise tra le scelte dei vacanzieri. Massa osserva che “il settore ha un mercato di riferimento assoluto, che è quello Usa, dove le crociere sono vicine al 6%. In Europa la media è di poco superiore al 2%, e siamo convinti che questo numero continuerà a crescere in maniera costante nei prossimi anni. Nel 2019 ci sarà una crescita consistente anche per il mercato italiano. Ce lo conferma Clia: nel 2018 ci sono stati 830mila crocieristi, e secondo me nel 2019 ci avvicineremo a quota 900mila”. Tra i volani di crescita, il manager cita “investimenti e tecnologia: le nuove navi, che diventano esse stesse destinazioni, offrono esperienze a bordo sempre più adeguate ai tempi e 'appealing'. E’ uno dei motivi per i quali l’industria crocieristica continua a crescere globalmente”.

Passando al “ramo vendite”, per le adv “abbiamo lanciato da poche settimane, e per tutto il mese di  agosto, una forte campagna promozionale sulle vendite per l’estate 2020. Per tutte le pratiche individuali chiuse in queste settimane, le adv avranno una scala di incentivi molto interessante. A settembre, poi, punteremo anche sulle campagne tv, per sostenere il winter 19-20 e la summer 2020”.

Sulla “questione cubana” che ha coinvolto il mondo delle crociere negli ultimi mesi, Massa spiega che “in questo caso abbiamo dovuto far fronte a una decisione presa da terzi e per la quale abbiamo trovato valide soluzioni alternative, che da novembre saranno ulteriormente arricchite dalla nostra isola ai Caraibi”, mentre su Venezia rimarca che “siamo allineati a quelle che sono le decisioni di Clia: auspichiamo una soluzione soddisfacente per tutte le parti, convinti che le crociere siano un bene in termini economici per i cittadini del Veneto”. g.m.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte