EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Club Esse: "Lo share di ospiti internazionali supera il 30%"

16/09/2019 09:59
La catena alberghiera all’estero collabora con t.o. come il Gruppo Thomas Cook, Tui, Fti, oltre ai francesi di Voyamar, che dal 2020 hanno scelto di lavorare in maniera massiccia

Club Esse porta avanti una collaborazione consolidata con il fronte degli operatori nazionali, "come catena alberghiera lavoriamo essenzialmente con i t.o - spiega a Guida Viaggi il chief marketing officer, Marco Baldisseri -. All’estero collaboriamo con tour operator molto importanti, che hanno con noi impegni finanziari di grande rilievo, come ad esempio il Gruppo Thomas Cook (con la sua controllata Jet Tours), il Gruppo Tui, Fti, oltre ai francesi di Voyamar che dal 2020 hanno scelto di collaborare con noi in maniera massiccia. Naturalmente abbiamo anche altri partner italiani, ed altri importanti partner europei, che con quelli citati poc’anzi, ci hanno permesso di avere uno share di ospiti internazionali che ha superato il 30%, e che occupa soprattutto i periodi di spalla, ovvero da fine aprile a metà giugno e da metà settembre a fine ottobre".

L'estate 2019 quali criticità e disservizi ha dovuto affrontare? "A inizio stagione (da fine aprile a inizio giugno) il tempo è stato decisamente inclemente, con freddo e pioggia al di là di quanto successo negli anni precedenti. Da oltre 50 anni non si presentavano condizioni meteo così negative - commenta Baldisseri -. A questo si è unito il ritorno di alcune destinazioni (Egitto, ma soprattutto Turchia e Grecia, e anche in parte la Tunisia), che grazie a supporti da parte dei loro rispettivi governi, e a costi decisamente inferiori a quelli che deve sostenere il comparto alberghiero italiano, costituiscono un competitor economicamente impossibile da battere. Per questo esaltiamo la qualità del nostro servizio e della nostra organizzazione, per riuscire a ritagliarci il nostro giusto spazio".

Cosa ci ha insegnato questa estate? "Che niente è scontato - asserisce Baldisseri - e che se le cose sono andate molto bene negli anni passati, non è detto che tutto sia così facile anche per il futuro. Insomma, quando il gioco si fa duro, chi ottiene i migliori risultati sono quelli più preparati e mentalizzati al cambiamento per adeguarsi alle richieste del momento". s.v.
 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte