EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Greenway delle Valli Resilienti, inaugurazione nel finesettimana

23/09/2019 15:55
La ciclabile fa parte del progetto di rilancio territoriale AttivAree sostenuto da Fondazione Cariplo. Le tracce gps dei circuiti sono state condivise con le app di settore più seguite

Promuovere un modello di turismo sostenibile e rigenerativo. È questo l'obiettivo della Greenway delle Valli Resilienti, la nuova ciclabile che si inaugura sabato 28 e domenica 29 settembre nelle Prealpi bresciane.

“Nell'ambito del programma di rilancio delle aree interne - spiega Elena Jachia, direttore area Ambiente Fondazione Cariplo, responsabile programma AttivAree - prende dunque corpo una realtà che non solo risponde agli attuali trend del mercato turistico sostenibile, posizionando le due valli tra i territori di riferimento per il cicloturismo, ma attiva circuiti virtuosi di collaborazione crescita sostenibile”.

L'infrastruttura verde si propone di collegare le alti Valle Trompia e Sabbia con Brescia al fine di attrarre turisti amanti della bicicletta alla scoperta dei territori delle Prealpi, oggetto del progetto di rilancio territoriale AttivAree sostenuto da Fondazione Cariplo. Lungo la Greenway, oltre ai punti di interesse storici, culturali, naturalistici, enogastronomici, si possono trovare le strutture ricettive bike friendly messe in rete dal Circuito delle valli accoglienti e solidali e confederate AlbergaBici, che offrono i cicloturisti vari servizi di supporto, dal noleggio al riparo e alla cura della due ruote, assistenza, trasporto, accompagnatori e guide turistiche. La rete turistica di servizi di accoglienza integra anche due sistemi museali allo scopo di potenziare l'economia sociale del territorio.

“Il programma AttivAree - continua - ha allo scopo di rigenerare i territori marginali attraverso la valorizzazione del loro patrimonio naturale e culturale, sociale. La Greenway ne è forse l'espressione più concreta: un'infrastruttura verde che fa da collegamento delle due valli con la città di Brescia, un ideale ponte verso la città che unisce le aree montane i poli urbani di riferimento, tra i principali obiettivi del progetto".

Valli resilienti promuove le caratteristiche culturali, economiche, storiche di un popolo di montagna, resiliente per genetica, ed è un progetto che vede tra i protagonisti diversi soggetti del tessuto istituzionale e sociale.

“Rivitalizzare i collegamenti tra le valli - prosegue Jachia - era fra gli obiettivi che ci ponevamo e la bici, oltre a essere un eccellente mezzo di trasporto, ecologico è perfetto per valorizzare l'esperienza nelle valli e volano per diverse economie, agriturismi, attività di montagna, ecco musei, ristorazione, assistenza tecnica”.

"Il percorso intrapreso sotto l’egida di Fondazione Cariplo ci ha incoraggiato a sviluppare il progetto Greenway quale massima espressione delle nostre potenzialità. I lavori sono stati svolti nel rispetto dei principi di sostenibilità ambientale senza consumo ulteriore di suolo, senza interventi importanti o invasivi, riscoprendo pulendo e sistemando sentieri o strade secondarie esistenti oppure creando nuovi tratti di pista ciclabile per raccordare quelli esistenti", ha spiegato Fabrizio Veronesi, dirigente area tecnica della Comunità montana di Valle Trompia, capofila del progetto Valli Resilienti.

"Il lavoro di concertazione alla base della Greenway è la massima espressione della collaborazione fra le valli. La pista ciclabile stata tracciata, mappata, migliorata”, ha aggiunto Paola Antonelli, responsabile progetto Greenway programma AttivAree.

La Greenway, con i suoi 3500 chilometri, offre 74 percorsi adatti a tutti livelli e gradi di difficoltà, dai professionisti alle famiglie con bambini, tra mtb, slow bike e road bike. Tra i più suggestivi, il Crinale, un percorso mozzafiato di 70 chilometri a 1600 m di altezza e l'Anello un percorso su strada lungo 140 km che unisce le due valli. Annovera nove tour specifici, differenziati per target difficoltà e pensati per permettere di viaggiare da uno a tre giorni, dalla cima del monte Maniva fino alle rive del lago d'Idro guardando a un turismo sostenibile e di accoglienza.

Le tracce gps dei circuiti sono state condivise con le più seguite app cicloturistiche mentre il sito greenwayvalliresilienti.it raccoglie anche i suggerimenti di ospitalità e culturali. p.o.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte