EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Pacifico: Giappone asso pigliatutto

02/10/2019 08:59
Prosegue anche per il 2020 la crescita inarrestabile del turismo nipponico, che si apre anche al segmento famiglie. Bene anche l'Australia più classica. I trend secondo Geo e Gattinoni

Un Giappone che non sembra conoscere limiti alla sua crescita, tra le preferenze degli italiani, con l’Australia tra alti e bassi e le isole del Sud del Pacifico sempre ai primi posti tra i desiderata degli honeymooners, ma con il target famiglie che fa capolino.

E’ questa la fotografia di mercato sull’area del Pacifico secondo i network, con Sabrina Nadaletti, responsabile turismo network Gattinoni Mondo di Vacanze, che spiega come su Tokyo e dintorni “ci saremmo aspettati un leggero calo fisiologico, ma invece i dati in nostro possesso ed espressi dalle agenzie dalla nostra rete confermano per il Giappone performance in continua crescita anche per il 2019. E stiamo già processando diverse richieste per partenze della programmazione 2020”. Secondo la manager “la riconferma che il Giappone è un Paese di riferimento per il mercato turistico italiano, e non solo, è la sottoscrizione dell’accordo dell’Enac e la divisione Trasporto aereo internazionale del Civil Aviation Bureau per l’apertura di nuovi voli dall’Italia per gli aeroporti di Tokyo, schedulati più volte alla settimana nel 2020”.

E’ concorde anche Manola Agroppi, responsabile commerciale e prodotto di Geo Travel  Network: “Quello del Giappone è un boom senza soluzione di continuità, almeno per tutto il prossimo anno”. La manager indica anche quale sia il Paese che sta patendo maggiormente la concorrenza nipponica: “Gli Stati Uniti sono la destinazione che di più soffre questa nuova tendenza”. E se l’onda lunga dell’appuntamento olimpico di Tokyo 2020 sarà un’opportunità per realizzare volumi di pax più alti, in che misura sta però creando difficoltà di programmazione, quanto a disponibilità alberghiere e di voli? Secondo Nadaletti, “al momento non si evidenziano particolari problematiche nella conferma delle programmazioni. E’ però già più difficile trovare disponibilità a prezzi abbordabili da metà luglio sino alla prima decade di agosto, date tra le quali si terranno le Olimpiadi”. Agroppi spiega invece che “la ricettività alberghiera, specie a Tokyo, è sicuramente al di sotto della richiesta. Molto è stato fatto e altro stanno ancora facendo, ma difficilmente sapranno rispondere alla domanda”.

Differente tra i due network il giudizio sull’andamento dell’Australia: Gattinoni registra risultati positivi, con la riconferma della terra dei canguri come “meta molto richiesta specialmente per i viaggi di nozze. Sidney, Melbourne, Ayers Rock, Northern Territory e isole della barriera corallina hanno sempre un grandissimo appeal sui viaggiatori. Ma oltre ai tour classici cresce il numero di clienti che chiedono di vivere esperienze diverse e a stretto contatto con la selvaggia natura australiana”. Per Geo invece l’Australia è “un pochino in calo”, con la richiesta soprattutto per attrattori classici come Sidney, Ayers Rock e Blue Mountains. Sulle top destination tra le isole del Pacifico, Agroppi aggiunge: “Bene e stabile la Polinesia, con numeri meno importanti isole Cook e Nuova Caledonia”.

I target di riferimento
Quanto ai target di riferimento, se “i viaggi di nozze in Giappone rappresentano circa il 60% del fatturato sulla destinazione -  osserva la manager di Geo - per Australia e Sud Pacifico si arriva al 90%. Il Giappone – più delle altre destinazioni citate - è richiesto dal target famiglie ma la ricettività alberghiera che non prevede sistemazioni multiple è spesso un limite. Oltre, ovviamente, ai costi”. Sul punto dei prezzi, Nadaletti osserva però che “le promozioni che pongono in essere i vettori aerei, legate alle prenotazioni anticipate, hanno fatto sì che l’Australia - e le destinazioni di lungo raggio in genere - siano accessibili anche ad un target di clientela giovane o con un budget di spesa più limitato, aumentando il target delle famiglie, anche se non ancora in maniera così evidente”.

Lo speciale Giappone, Australia e Sud Pacifico completo è sul numero 1577 di Guida Viaggi scaricabile qui


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte