EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Tuifly entrerà nel mercato del lungo raggio

09/10/2019 11:55
La decisione a seguito della débâcle di Thomas Cook; le operazioni a partire dall'ultimo trimestre del 2020. La compagnia opererà con aeromobili Boeing 787

La débâcle di Thomas Cook non smette di sortire effetti, persino nei cieli. Tuifly volerà, infatti, sul lungo raggio dall'ultimo trimestre del 2020: a stabilirlo il nuovo piano aziendale del consiglio di sorveglianza del Gruppo Tui.
Secondo le informazioni del portale tedesco touristik-actuell.de, la filiale tedesca del gruppo opererà i voli con aeromobili Boeing 787. Attualmente Tuifly Deutschland vola esclusivamente con Boeing 737-800 e la sua flotta è composta da 34 aeromobili, secondo i dati Capa.

L'ingresso nel long haul è direttamente correlato al fallimento di Thomas Cook, nonostante il fatto che la compagnia aerea tedesca di Thomas Cook, Condor, continui a volare. "A seguito dell'insolvenza di Thomas Cook, il consiglio di vigilanza ha discusso a fondo la situazione del mercato e le opzioni per Tuifly - afferma una nota della società -. "Siamo arrivati alla convinzione comune che sia ora il momento di valutare economicamente e strategicamente tutti gli scenari di crescita nel mercato dei voli leisure e in Tui Fly. Ciò include la possibilità del lungo raggio per Tuifly dalla Germania".

Le compagnie aeree britanniche, scandinave, olandesi e belghe del gruppo Tui operano voli long haul già da diversi anni. La strategia può essere vista nell’ottica di un’opposizione ad un'eventuale fusione con la sussidiaria di Thomas Cook, Condor.

Sebbene non siano ancora note le rotte che la compagnia intende operare, si tratterà probabilmente di destinazioni in cui Tui ha i suoi hotel e dove ci sono porti importanti per lo scambio di passeggeri delle crociere.

Un problema che però Tui Fly deve ancora affrontare è lo stop del Boeing B737 Max, avendo ancora unità da ricevere. La paralisi della flotta Boeing 737 Max 8 della compagnia aerea, secondo i calcoli effettuati all'epoca, è costata all'azienda circa 3 milioni di euro a settimana. Tuifly Germania prevedeva di ricevere il suo primo 737 Max il 12 marzo e di operare il suo primo volo il 13 aprile da Hannover a Gran Canaria.
 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte