EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Alitalia verso la proroga

14/10/2019 10:44
Alla vigilia della data di scadenza per la presentazione delle offerte vincolanti si moltiplicano le voci di una nuova richiesta, sebbene il Governo abbia smentito le indiscrezioni

Manca solo un giorno alla data di scadenza per la presentazione delle offerte vincolanti per il salvataggio Alitalia, che sarà domani 15 ottobre. Nonostante ciò, come si legge su più fonti di stampa, si moltiplicano le voci di una nuova richiesta di proroga del termine, sebbene il Governo abbia smentito le indiscrezioni circolate, sembra che la proroga sia necessaria a fronte dei nodi ancora da sciogliere. In ogni caso in merito alla eventuale proroga, saranno i commissari straordinari che potranno decidere, fa presente Ansa, e al governo spetta l'ultima parola. Secondo il Sole-24 Ore addirittura l'ipotesi più probabile è che Fs, in accordo con Atlantia, chiedano a commissari e governo un'ulteriore proroga di alcune settimane.

I nodi ancora da sciogliere

Quali sono i nodi? Guardando nel dettaglio si ha che Fs e Atlantia vorrebbero che Delta ricoprisse un impegno azionario superiore ai 100 milioni di euro per il 10% oltre a chiedere un ruolo di primo piano per Alitalia nella prossima joint venture.
Tra i temi caldi c'è quello occupazionale, visto che si parla di 2-2.500 esuberi, oltre alla liquidità del vettore. Come riportato questa mattina da questa agenzia di stampa, a settembre la liquidità di cassa è scesa a 310 milioni di euro, con un calo di 51 milioni rispetto ad agosto.
A tutto ciò si aggiunga la mossa di Lufthansa, che ha palesato il suo interesse per una partnership con Alitalia, il che non ha di certo semplificato le cose. 

La risposta di Fs a Lufthansa

Intanto, come riporta La Stampa, è atteso per oggi l'arrivo dei tedeschi a Roma per incontrare l’a.d. di Fs, Gianfranco Battisti e i vertici di Atlantia. Secondo fonti vicine al dossier si tratterà di incontri separati. Nella sua lettera di risposta al vettore tedesco, Battisti ha fatto sapere che per considerare la proposta, Lufthansa dovrebbe essere disponibile a impegnarsi ad acquisire una partecipazione azionaria nella Nuova Alitalia così da condividere il rischio dell’investimento con il partner pubblico. Non è tutto, in quanto Fs vuole sapere anche se da parte tedesca c'è la disponibilità a pagare i costi legati al cambio della joint venture da loro suggerita, ossia il passaggio da Skyteam a Star Alliance. Un costo che è stato stimato in circa 300 milioni di euro.
Temi complessi che la scadenza ravvicinata di domani non aiuta ad affrontare, infatti, salvo sorprese dell'ultimo momento, si pensa che l'incontro di domani possa alla fine rivelarsi in un ulteriore contatto interlocutorio, visto che non è la prima volta che Lufthansa si avvicina al dossier Alitalia. Secondo indiscrezioni sembra che entro oggi, il premier Giuseppe Conte possa sentire i vertici di Fs ed Atlantia per un aggiornamento.

Domani cda di Atlantia

Intanto, Atlantia ha riaggiornato il suo Cda per domani 15 ottobre. Al termine del quale dovrebbe comunicare la sua posizione, cioè se proseguire o meno la trattativa in caso di proroga. Ieri il Cda della società ha comunicato di aver "esaminato l'avanzamento del dossier Alitalia e si è riconvocato per il prossimo martedì 15 ottobre per le delibere inerenti".


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte