EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Merigo: "Ecco perché è nata Aics Travel"

05/11/2019 08:33
E' una adv a tutti gli effetti, con sede a Roma, è affiliata Seanet. Non è esclusa l'idea di creare una rete di filiali

di Stefania Vicini

Aics Travel è una adv a tutti gli effetti, ha licenza, direttore tecnico, fondo di garanzia. Ha sede a Roma, in via Barberini al 1° piano ed è una affiliata Seanet. E' una novità nel settore, visto che alla base c'è Aics, l’Associazione Italiana Cultura Sport. "Non saremo aperti al pubblico, lavoreremo più sui soci e sulle organizzazioni che aderiscono a Aics", dichiara a Guida Viaggi Giambattista G.B. Merigo, titolare e direttore tecnico di Amerigo Viaggi, che di Aics Travel è l'a.d. Per questo racconta progetti e programmi sottesi alla nuova creatura. "E' una Srl, con quattro soci, controllata da Aics, cioè l’Associazione Italiana Cultura Sport". Il che fa capire subito l'ordine di grandezza con cui si sta ragionando. Aics conta 1 milione e 100mila soci in Italia, organizza in un anno eventi afferenti a 136 discipline sportive e 196 attività di tempo libero, con diverse associazioni e società aderenti.

Il potenziale

L'ambito di azione è il mondo della promozione turistica sociale e sportiva. Un target che non prevede solo giovani e gruppi sportivi, ma anche terza età e viaggi di gruppo. "E' un grande bacino di turismo esperienziale", spiega Merigo, che al suo attivo ha quaranta anni di esperienza alle spalle nel mondo del travel e conosce molto bene la realtà della distribuzione organizzata. "La mia filosofia è sempre stata quella di mettere assieme le teste per fare impresa - spiega il manager -, sono nato nel Cts, ho fatto parte del consiglio nazionale e lì ho imparato a lavorare avendo diversi uffici sul territorio, poi c'è stata l'esperienza in Buon Viaggio, siamo stati la settima adv ad aderire come soci, dopo questo capitolo ho fondato il Gruppo bresciano turismo con 40 adv, sempre per fare massa, per mettere insieme più teste, poi c'è stata l'esperienza Bravonet - ricorda il manager -. Di Aics Travel mi ha affascinato l'idea, in tanti oggi parlano di turismo esperienziale, ma niente come lo sport lo è, organizzare i campionati per le società, gestire le trasferte dei campioni, delle squadre, le crociere dello sportivo, organizzare le settimane bianche o verdi", esemplifica il manager.

Il prodotto

Merigo si sofferma su quello che sarà il prodotto messo in campo, contrattualizzato da t.o. molto specializzati. Questa è la conditio sine qua non, in quanto rivolgendosi ad un target preciso, l'elemento sport deve essere sempre presente. Devono essere garantite le strutture con determinati standard e servizi. "Non basta avere un campo da calcio, ci sono esigenze precise e l'albergo deve sapersi adattare e, in funzione di ciò, creare un concept preciso". Serve un'attenzione particolare ai menù, agli orari in cui si pranza e si cena, in funzione del target, delle competizioni o degli allenamenti. "Il collante deve essere lo sport - afferma -. Ci rivolgiamo ai nostri soci per creare eventi sportivi, che esistono già in casa, ma che prima della nostra nascita venivano organizzati appoggiandosi ad adv esterne, ora, invece, l'agenzia di viaggi è dentro l'associazione".
Per il momento sono stati stretti accordi con dieci fornitori, "devono essere molto profilati, poi essendo una adv affiliata a Seanet abbiamo anche tutto il prodotto della rete sul fronte individuali". Da metà novembre si potrà sapere con esattezza la programmazione, per il momento si può dire che verterà su "eventi della neve, come li chiamiamo noi, legati a gare di sci, settimane verdi per l'estate, eventi di atletica a livello nazionale, ma ci saranno anche corsi di lingua e sport, abbiamo a tal proposito contatti con un operatore inglese. Ci rivolgiamo alle famiglie, vogliamo, infatti, allargare il concetto di sport, non limitandolo solo ai ragazzi, è molto più ampio. Lo sport è un grande business e il turismo legato allo sport è una grande opportunità".  

Al vaglio l'idea della rete di adv

Aics conta 140 comitati territoriali in tutta Italia (tra provinciali e regionali) a cui saranno indirizzate le proposte e le promozioni di Aics Travel, ma faranno anche promozione alle attività del mese. Alla domanda se potranno nascere filiali di Aics Travel, ci sembra di capire che nell'aria qualche progetto c'è. Non è esclusa l'idea di "creare una rete, se i comitati saranno interessati ad aprire una loro adv - spiega Merigo -. Alcuni sono molto attivi sul fronte turistico, ma senza concentrarsi sull'aspetto esperienziale. Se volessero diventare filiale della adv chiederemmo l'autorizzazione e vedremmo se creare una rete di filiali di Aics Travel dove c'è già una cultura in questo senso. Intanto, creiamo il prodotto e per il 2020 potrebbe nascere qualche idea in questo senso, ma certamente dovranno essere adv funzionanti a tutti gli effetti". 

 

 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte