EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Norwegian Cruise Line: "Come convincere le adv a vendere le crociere"

07/11/2019 09:56
Il racconto di Francesco Paradisi, che in prima persona contatta il trade, sottolineando le particolarità di una crociera freestyle

di Annarosa Toso

Lo abbiamo incontrato a bordo di Encore, la nuova ammiraglia di Norwegian Cruise Line, in occasione della crociera inaugurale da Bremerhaven a Southampton. Francesco Paradisi, senior manager business development Italy della compagnia ci ha raccontato come Norwegian Cruise Line stia poco a poco conquistando i passeggeri italiani.

“Primo passo è stato convincere le agenzie di viaggi italiane a scostarsi dai due principali competitor e a proporre le nostre crociere, sottolineando ai propri clienti quali sono le diversità e le offerte di Norwegian. In Italia - ha rimarcato il manager - imbarchiamo da Civitavecchia e da Venezia e ci siamo ritagliati uno spazio notevole grazie ai nostri plus che sono innanzi tutto il freestyle, vale a dire la libertà di mangiare a qualsiasi ora in una decina di ristoranti, senza vincoli di orari e di dress code. Nei numerosi punti ristoro, la qualità è eccellente e al così detto self service non esistono file nemmeno nelle ore di punta. Agli agenti di viaggi spiego i plus dell'intrattenimento, di alto livello, con spettacoli famosi che arrivano da Broadway. E poi i prezzi che possono sembrare più cari, ma che in effetti poi non lo sono rispetto alle tante cose di cui il cliente può usufruire, senza pagare ristorazione aggiuntiva. Poi se il cliente vuole arricchire la sua esperienza provando dei ristoranti di specialità, ci sono pacchetti molto accessibili per provarne tre. Su ogni nave ci sono ristoranti tipici brasiliani o messicani, italiani, orientali: veramente per tutti i gusti”.

Paradisi ha sottolineato che è necessario spiegare bene al trade anche il tipo di attrazioni, il livello delle Spa con saune, piscine, dei trattamenti effettuati da personale altamente specializzato.

“Norwegian naviga in tutto il mondo, ma siamo specialisti negli Stati Uniti dove imbarchiamo da Miami, NewYork, Honolulu tutto l'anno. Siamo l'unica compagnia al mondo ad andare alle Hawaii e Polinesia, una particolarità che ci distingue e ci differenzia da tutte. Si aggiungono i porti stagionali come Los Angeles con le crociere, il Sud America con Buenos Aires, Alaska, Europa, Asia, Giappone. Sul Mediterraneo abbiamo tre navi. Bisogna considerare i croceristi dei viaggiatori ed invitarli a fare esperienze diverse dalle solite”.

Norwegian ha in atto partnership con compagnie aeree o tour operator che realizzano combinati che prevedono tour oltre la crociera. “Questo sistema è molto apprezzato dalla nostra clientela italiana, che proviene soprattutto dal Nord. Da Civitavecchia abbiamo anche un itinerario di dieci giorni che tocca anche il Mediterraneo orientale, oltre al classico giro di sette notti nel Mediterraneo occidentale”.

Paradisi ha ricordato gli altri due brand che sono Oceania e Regent. “Sono navi extra lusso da 50/ 60mila tonnellate. Per ora il mercato principale è quello statunitense, ma l'età media dei croceristi che prediligono questi prodotti è meno alta di quella di altri competitor del lusso. Auspico – ha concluso il manager - che i nostri sforzi, per sottolineare al trade le caratteristiche di Ncl, siano ben recepiti. Tra i nostri obiettivi c'è l'intenzione di aumentare le vendite in Italia di almeno il 20%”.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte