EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Art City Exchange segna il termometro del mercato

15/11/2019 12:48
Alcuni partner ci raccontano le novità 2020, come Acampora Travel divenuto al 100% del gruppo Tui - di Letizia Strambi

Acampora Travel è al 100% del Gruppo Tui. Lo afferma Marco Bernabè, Fit dept manager di Acampora Travel ad Art City Exchange, la borsa italiana dedicata alle città d’arte, dove il t.o. era tra i main partner. “Come saprete, Acampora è diventata ormai 100% Gruppo Tui - dichiara Bernabè -. Per il 2020 ci aspettiamo grandi cose, si aprono nuovi orizzonti con il gruppo turistico più grande del mondo. L’incoming ormai è declinato in segmenti e linee di business, quindi la concentrazione di Acampora Travel è sul lusso e il tailor made”. 

Immutati i mercati di riferimento, tra cui quello nord europeo e tedesco che hanno un ruolo centrale, poi americano e australiano. “Abbiamo iniziato, inoltre, un progetto con Musment, che fa sempre parte del gruppo, per presentare dei prodotti studiati per il mercato cinese”. Tra i main partner Art City Exchange anche il Dmc Tuo United Tourism Organization: “Abbiamo presentato in questa occasione il nostro catalogo con pacchetti che si contraddistinguono per una clientela medio alta con servizi dedicati, come concierge e guide personalizzate, yacht charter, aircraft rental, cooking class, e tasting enogastronomici di qualità”, ci dice Anastasio Monforte, business development manager del Dmc specializzato sul mercato russo. Moltissime le richieste per segmento da enogastronomia e shopping e incentive. “Wine tasting e museo della Ferrari sono tra i più ricercati nel segmento business”, specifica Monteforte.

La 21° edizione di Art Cities Exchange al Crowne Plaza Rome - St. Peter quest’anno è stata organizzata da Comitel & Partners, e ha visto la presenza di 90 buyer internazionali e 130 seller in arrivo da tutta Italia. Ci sono stati 3.500 incontri b2b, ma anche eventi per scoprire aspetti inediti di Roma tra show cooking, moda, congressuale e leisure. I buyer sono poi partiti per un post tour in Tuscia dopo una visita ai principali siti culturali e le più importanti strutture dedicate al congressuale di Roma.

Per il presidente di Federalberghi Roma, Giuseppe Roscioli, la manifestazione rappresenta “un motivo di orgoglio per gli albergatori romani ed un’opportunità per Roma e Lazio, che hanno bisogno di eventi e momenti di incontro per sviluppare gli aspetti ancora inespressi del loro potenziale turistico".

Letizia Strambi
 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte