EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Mts City Breaks, fari accesi sul mercato italiano

18/11/2019 09:21
La piattaforma con sede ad Atene punta a raddoppiare in due anni il suo fatturato "tricolore": nel 2021 arriverà a 20 milioni di euro - di Paolo Stefanato

Obbiettivo: raddoppiare in due anni il business sul mercato italiano e far crescere il nostro Paese fino a superare la Grecia, oggi prima per giro d'affari. Mts City Breaks è una piattaforma b2b attiva nelle prenotazioni alberghiere, nei viaggi d'affari, nel noleggio auto e nei servizi di transfer; la sede è ad Atene, la proprietà è familiare attraverso la holding Marine Tours (200 milioni di fatturato, attiva anche nel settore marittimo).

Oggi il giro d'affari in Italia è di dieci milioni di euro, con uno sviluppo che dal 2012, anno del debutto nella Penisola, si è fatto via via più marcato: nel 2021 il fatturato sarà di 20 milioni, promettono Ellie Varna, sales manager, e Giacomo Morra, responsabile del mercato italiano, che hanno incontrato a Milano la stampa di settore. Di prossima apertura la sede italiana, ma già oggi il supporto telefonico, via Atene, è nella nostra lingua. I clienti regolarmente attivi nella penisola sono 200 tra agenzie e tour operator, con un elevato indice di fedeltà.

In vent'anni di esperienza, Mts City Breaks lavora con oltre 3mila agenzie in tutto il mondo, riceve 300mila prenotazioni all'anno, ha un portafoglio di 500mila hotel disponibili e conta su 20mila contratti stipulati direttamente con gli alberghi. La piattaforma di prenotazione – assicurano - è veloce e affidabile, con un'assistenza multilingue ininterrotta giorno e notte, un call center rapidissimo alla risposta, con opzioni di disponibilità e cancellazione fino all'ultimo minuto. Le tariffe sono particolarmente competitive, elemento quest'ultimo sempre gradito alla clientela; e lo sono grazie anche alle collaborazioni strategiche con clienti e fornitori, e agli investimenti in risorse umane e in tecnologie.

Paolo Stefanato


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte