EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Aeromexico auspica un diretto da Roma per Città del Messico

21/11/2019 15:20
La compagnia ha incontrato ieri sera il trade - di Alessandra Tesan

Con un evento nella Capitale tutto dedicato alla scoperta e alla conoscenza della bevanda nazionale, la tequila, Aeromexico ha raccontato ad agenzie di viaggio ed operatori l’offerta che mette a disposizione dei passeggeri in tutto il mondo.
Fondata nel 1934 con il nome di Aeronaves de Mexico e membro fondatore, nel 2000, di Skyteam, oggi la compagnia opera 600 voli giornalieri verso 93 destinazioni in 3 continenti, con una flotta di 127 aeromobili con un’età media di 8 anni. Nel 2018 ha trasportato 22 mln di passeggeri.

Unico vettore dell’America Latina a volare verso l’Asia (su Tokyo e Seoul in particolare), sul Messico serve 45 destinazioni con 470 collegamenti al giorno. In Europa vola su Città del Messico da Parigi, Madrid, Amsterdam, Barcellona e Londra mentre serve 17 destinazioni in Nord America, 4 in Canada e 16 su tutto il Sudamerica. Possiede 17 Boeing 787Dreamliner e grazie all’alleanza siglata con Delta è in grado di garantire un’offerta di voli tra Messico e Usa senza eguali.

Il Messico chiude l’anno con 40 mln di visitatori posizionandosi al 6° posto nella classifica mondiale delle destinazioni più visitate - ha detto Carlos Garcia de Alba, ambasciatore del Messico in Italia, insediatosi soltanto un mese fa ed intervenuto alla serata organizzata dalla compagnia -; le cifre sono buone ma non ci accontentiamo perché sappiamo che il Messico può fare di più, senza dimenticare che badiamo comunque più alla qualità che alla quantità. Gli Stati Uniti si confermano il primo mercato ma stanno arrivando anche molti europei, da Spagna, Germania, Inghilterra, Francia ed Olanda, e i cinesi iniziano a testare la destinazione. Un balzo in avanti notevole in termini di arrivi è stato registrato dai viaggiatori sudamericani, colombiani soprattutto, che sono diventati il 4° mercato turistico per il nostro Paese. Di italiani ne arrivano 190mila l’anno - ha puntualizzato l’ambasciatore -, ma hanno ancora molto da scoprire perché scelgono per lo più il centro-sud del Paese dimenticando che anche Città del Messico e il Nord hanno incredibili patrimoni da conoscere. Mi impegnerò fortemente - ha detto- affinchè l’Italia possa tornare presto ad avere un collegamento diretto su Città del Messico; le condizioni ci sono e farò del mio meglio per riuscire ad incoraggiare un giornaliero da Roma, e perché no, anche da Milano”.

Al terminal 2 del Mexico City Internacional Airport Aeromexico mette a disposizione dei passeggeri 4 aree check in, banchi self service check in, 3 premier lounge, la nuova terraza Premier by Heineken, assistenza ai passeggeri in transito e lounge per minori non accompagnati. A bordo dei propri aeromobili offre la possibilità di richiedere pasti speciali (gratuiti) fino a 24h prima della partenza ( bambini, diabetico, kosher, frutta, low fat) mentre sui voli in partenza dall’Europa verso Città del Messico, per la Classe Premier, ha da poco introdotto nuovi menu creati dalla chef Elena Reygadas.

Alessandra Tesan


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte