EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Grimaldi Lines: “Sì ad una politica di valorizzazione delle adv”

28/11/2019 08:56
La passenger department manager Francesca Marino lancia un messaggio propositivo al mondo dei network, per rafforzare le collaborazioni in essere con azioni mirate - di Stefania Vicini

Il canale agenziale per Grimaldi Lines rappresenta poco meno del 50%, Ota e b2c sono, invece, poco più. Una percentuale significativa per il fronte trade, su cui la compagnia investe e intende investire. Francesca Marino, passenger department manager della compagnia, fa un passo in più e lancia un messaggio chiaro e propositivo al mondo della distribuzione: “Vogliamo continuare a collaborare con i network perché realmente si porti avanti una politica di valorizzazione delle adv”. 

Alla domanda su quali mosse si possano fare assieme la manager sottolinea: “Sull’anno lavoriamo a 360 gradi, per esempio abbiamo la necessità di spingere un periodo piuttosto che un altro e proponiamo campagne su determinati periodi, incentivate con le commissioni”. A quanto si comprende le occasioni non mancano, “devono solo scegliere cosa possono fare”. Per esempio in occasione del Capodanno e dei viaggi a tema, la compagnia gioca la carta del Capodanno a Barcellona, con la collaudata formula dell’hotel onboard. “Un prodotto storico, è un vero e proprio evento che si svolge tutto a bordo della nave, si vive il Capodanno, ma si può vivere anche la città di Barcellona. È un evento scelto molto dalle famiglie”. Ed è una chance interessante anche per le adv.

Parlando di sviluppo e di futuro il gruppo “cresce, sta investendo, c’è fermento - afferma la manager -, tutto è a seguire il mercato”. A tal proposito una visione d’insieme delle mete porta la manager ad affermare: “Veniamo da una stagione complicata, con grandi crescite e piccole battute d’arresto dettate dal mercato. Si è assistito alla rinascita della Turchia, dell’Egitto, di mete che hanno spostato un po’ i flussi. La Tunisia ha visto la crescita anche della parte turistica, il Marocco ha ripreso con i camperisti, ma sono ancora dei numeri piccoli (il grosso è dato dal traffico etnico, ndr)”. Dal canto suo la compagnia è cresciuta a due cifre. Un dato su tutti è la performance della Sardegna, che ha messo a segno oltre 120mila passeggeri in più. Come sarà il 2020? “Sarà un anno pieno di regolarità di servizio, di continuità delle attività, di un miglioramento ulteriore dei servizi di bordo”, conferma Marino.

Uno sguardo all’Italia porta la manager a fare alcune considerazioni, a suo dire “si lavora poco sul concetto di destinazione Italia, si potrebbe fare molto altro”, osserva, accennando al fatto che uno dei nodi ancora da sciogliere è quello della destagionalizzazione, “il nostro progetto dedicato alle scuole può aiutare”, ma è chiaro che deve essere supportato anche da un’offerta ricettiva che sposi l’idea di allungare la stagionalità, unitamente ad attività ed eventi sul territorio, che ne stimolino la visita. “È complicato avviare la macchina”, osserva, ma con piglio combattivo.

Stefania Vicini


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte