EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Convention Bureau Roma e Lazio: 15,1 milioni di fatturato sul territorio

04/12/2019 13:12
Bonaccorsi: “L’esempio di come fare sistema per portare risultati” - di Letizia Strambi

“Il Convention Bureau Roma e Lazio in due anni è l’esempio di quello che può funzionare nel fare sistema dell’industria turismo: è pubblico e privato insieme, con le associazione di categoria, che fa rete per portare risultati”. Così la sottosegretaria del Mibact, Lorenza Bonaccorsi, commenta a margine il suo intervento all’Assemblea del Convention Bureau Roma e Lazio. “Quello sul Convention Bureau è un investimento importante su un segmento del turismo molto importante per il nostro Paese, un turismo alto spendente che allunga la permanenza media, un turismo in cui cresce la domanda ed è quindi un bene lavorare in questa direzione”.

A due anni dal suo debutto il Convention Bureau Roma e Lazio raggiunge, infatti, importanti traguardi generando sul territorio 15,1 milioni di euro il fatturato. Da ottobre 2017 a ottobre 2019 Cbrel ha avuto 367 richieste di quotazione per realizzare eventi a Roma o nel Lazio di cui 55 sono stati confermati. La maggior parte di queste richieste proviene dall’Italia stessa (132), una sorta di spinta, di incoraggiamento iniziale, chiara nella scelta di realizzare a Roma l’annuale assemblea Mpi, e Italy at Hand la manifestazione internazionale di Convention Bureau Italia.

Sono stati 30 gli eventi promozionali realizzati dal Convention Bureau Roma e Lazio di cui il 50% extraeuropei, tra questi: missioni, fiere, workshop b2b, side event. Durante questi sono stati presi contatti con più 1250 buyer di settore di cui il 93% internazionali. Questo ha fatto pervenire 232 richieste da mercati stranieri. In vetta quello nord americano con 49 Request For Proposal (Rfp), immediatamente seguito da quello inglese con 41.

Con un trend di crescita del 15% negli eventi confermati, sempre nel biennio 17/19, si sono registrati 68.670 pernottamenti.

Il settore da cui provengono le richieste per eventi è prevalentemente quello farmaceutico che detiene il 49% della domanda, seguito dalla tecnologia al 22%.

Nel futuro del Convention Bureau Roma e Lazio ci sarà la consegna Smart Mice Platform, una piattaforma digitale in grado di veicolare le informazioni legate al turismo congressuale di Roma e del Lazio, dotata di una serie di strumenti tecnologici a servizio del visitatore quali cloudbased solution, audiovisual guide, augmented reality, indoor geolocalization, 3Dprojection mapping, 3D imaging & simulation.

Tra i congressi attesi il Global Ceo Summit Congress Ufi, Igcs il congresso mondiale di ginecologia oncologica, Ifhe 2020 (International Federation of Hospital Engineering a Rome), l’Iaes – International Atlantic Economy Society, e l’Association des Franchisés Accor (Afa) che ha scelto Roma per il suo meeting internazionale.

Infine Cbrel continuerà a supportare Roma Capitale nell’impegno per Uefa Euro 2020.  In questa direzione anche l’attività per la Ryder Cup 2022, l’E-Prix, la Formula E. Sempre nel 2022, nel Centro Congressi la Nuvola, si terrà il congresso Esvs, European Society for Vascular Surgery. La General Assembly & Annual Meeting Iapco sarà invece a Roma nel febbraio del 2021. “I risultati che riportiamo oggi - ha commentato il presidente del Convention Bureau Roma e Lazio, Onorio Rebecchini - sono frutto di un grande impegno, ora bisogna avere la giusta autorevolezza tra competitor internazionali tenendo conto dell’importanza del sostegno alle candidature di Roma e Lazio a livello Istituzionale, quale valore aggiunto in grado di supportarci tra pari nello scenario mondiale”.

Letizia Strambi


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us