EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Bit2020, tra business e condivisione di esperienze

04/12/2019 14:51
La manifestazione a fieramilanocity dal 9 all’11 febbraio. Greco conferma l’impostazione, le aree tematiche e un fitto palinsesto convegnistico che coinvolge anche GuidaViaggi - di Paola Olivari

“Vogliamo investire e crediamo del turismo”. Non ha dubbi Simona Greco, direttore Manifestazioni Fiera Milano approfittando di un rapido incontro con la stampa per gli auguri di fine anno per offrire una prima presentazione di Bit, in programma dal 9 all’11 febbraio.

“Nei prossimi cinque anni il valore dei viaggi è stimato in aumento del 5% sul quinquennio e nel 2019 ha toccato i 400 miliardi globali. Un volano economico di questa portata non può non interessare Milano, unica città italiana - con il suo 16. posto - nella classifica delle top 20 città più visitate al mondo. Visto lo sviluppo industriale e fieristico, siamo molto attenti alla sua identificazione anche come polo attrattivo turistico”.
“Bit2020 si conferma in questa sua quarantesima edizione momento di incontro tra domanda e offerta e panorama su tutti i temi di nicchia legati al settore. Leitmotiv sarà certamente la sostenibilità e come i supplier della filiera travel si stanno ripensando. L’esigenza, che sta esplodendo in questi mesi, sarà uno dei temi trattati nel fitto palinsesto convegnistico focalizzato su settori Formazione, Tecnologia, Hot Topics e Turismo enogastronomico. Qui non mancheranno analisi su quanto possa essere dannoso l’eccesso di successo, sulla sicurezza, sugli atteggiamenti coraggiosi o prudenziali nel marketing turistico e su altri argomenti caldi. Con tutto il suo ventaglio di espositori e di tematiche attualissime Bit non è solo vetrina ma momento di approfondimento. Non solo prodotto e business ma case history ed esperienze da condividere per rendere l’esperienza fieristica un evento internazionale a tutto tondo. E certo Bit collaborerà per traghettare Milano dal 2020 alle Olimpiadi 2026”.
“Importante sarà anche la presenza di buyer stranieri ospiti per momenti b2b nelle aree Offerta Italia, internazionale e Mice, sulla cui selezione stiamo lavorando e che comporta un grande investimento anche in termini economici”, ha aggiunto Greco.

Le adesioni degli espositori procedono con un trend positivo, con la riconferma da parte di enti del turismo internazionali e delle regioni italiane. Grande soddisfazione, quindi, da parte dell'organizzazione per la partecipazione già ratificata, solo per citare alcuni nomi, dello Stato brasiliano di Cearà, Cipro, Croazia, Cuba, Repubblica Dominicana, Indonesia, Marocco e Tunisia e sul versante nazionale della quasi totalità delle regioni. Particolare dinamicità anche sul fronte degli espositori afferenti al privato.

Pillar strategico di Bit Milano 2020 è la capacità di avere un forte ingaggio a 360° grazie l'esclusività del panorama italiano della formula multitarget b2b2c, format che moltiplica le occasioni di business permettendo ai player di ottenere un buon ritorno dall'investimento fatto.

Confermate le aree tematiche di Bit4job, lo spazio dedicato al recruiting per il settore turistico, BeTech, con focus sul digitale, la tecnologia e le start up, I love Wedding, con tutti servizi per coppie di futuri sposi e Mice Village, spazio interamente dedicato alla meeting industry.

Domenica 9 febbraio sarà la giornata dedicata al pubblico. Il numero di ingressi dello scorso anno ha dimostrato l'apprezzamento di Bit anche tra i viaggiatori contemporanei, alla ricerca di nuove location da esplorare e di esperienze originali.

"Percepiamo che c'è sempre più voglia di Bit2020 - conclude Simona Greco - e lo diciamo con soddisfazione perché il lavoro che stiamo portando avanti è di rafforzare ulteriormente la presenza di Milano tra le capitali mondiali del turismo”.

Paola Olivari


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte