EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Birondi: "Semplicità e trasparenza nel rapporto con le adv"

09/12/2019 14:50
Secondo l'a.d. di Settemari nei rapporti commerciali "non esistono assi nella manica, né ricette segrete. Il paradigma si basa su alcuni semplici fattori, a partire dal prodotto" - di Paola Olivari

Semplicità e trasparenza si focalizza su questi due aspetti il rapporto con le agenzie secondo Ezio Birondi, amministratore delegato di Settemari. “Nei rapporti commerciali con le adv - spiega a Guida Viaggi - non esistono assi nella manica, né ricette segrete. Per quanto ci riguarda, il paradigma commerciale si basa su alcuni semplici fattori, a partire dal prodotto. Settemari incontra e ascolta il mercato. Relazionarsi con partner che lavorano direttamente nel punto vendita ci permette di orientare le nostre scelte di prodotto verso quei Club le cui caratteristiche li rendono ricercati, richiesti e pertanto vendibili. Senza un prodotto affidabile e che funziona non esiste una politica commerciale efficace”, afferma il manager.

A suo dire "l’intelligenza sociale è un punto cruciale. Bisogna essere camaleontici, adattarsi al cambiamento del mercato, e alle esigenze del trade. Chiedersi quali siano i veri bisogni della rete distributiva, qual è la filosofia della loro insegna. Semplicità e trasparenza nei rapporti commerciali sono per noi determinanti”.

Birondi fa un passo in più e spiega poi che cluster e commissioni sono gli stessi da anni e le agenzie di viaggio non sono quindi costrette a cambi continui delle loro condizioni remunerative e a dover "studiare" ogni anno un nuovo contratto. “Le commissioni – sottolinea - vengono corrisposte su prezzi di mercato. Inutile promettere commissioni mirabolanti, su prezzi invendibili”.
Infine, la meritocrazia: con il programma Settemari Selection, “le agenzie che scelgono di lavorare con noi hanno vantaggi concreti che consentono di accedere non solo a una remunerazione maggiore, ma anche a una semplificazione ulteriore della loro operatività quotidiana. Per esempio vendite più facili anche grazie alla politica di non applicazione degli adeguamenti carburante e valutari per le nostre agenzie top. In sintesi, bisogna creare insieme una buona hit musicale, che sia orecchiabile per i clienti e che soddisfi le esigenze delle case discografiche, in un’ottica win-win”, conclude Birondi. 

Paola Olivari                 

 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us