EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Alitalia-Patuanelli: "Lo spezzatino non è una risposta al mercato"

19/12/2019 10:43
Tra le questioni emerse potrebbe essere aperta dalla Commissione europea un'indagine bis sui prestiti pubblici concessi alla compagnia

Stefano Patuanelli, ministro dello Sviluppo economico, in audizione alla Commissione Trasporti della Camera sul decreto Alitalia, ha fatto sapere che non è stato ancora "individuato" l'acquirente. Come si legge su fonti di stampa il ministro ha anche precisato che "non corrisponde al vero" la tesi "di regalare la compagnia a Lufthansa". A suo dire ci sono le possibilità di rilanciarla, "il costo del personale non è quello che determina la perdita e lo spezzatino non è una risposta al mercato". Il ministro ha, inoltre, precisato che "sul fronte costi ci sono molti elementi su cui intervenire".

L'intervento pubblico e Fs

Dal canto suo Patuanelli non esclude la possibilità di "un intervento pubblico anche in questa fase della procedura", inoltre, ha sottolineato che la compagnia "perde ogni mese quasi 2 milioni di euro", il che lo ha portato a dirsi "preoccupato" per Alitalia. Come si legge su Ansa, il ministro ha giudicato "incomprensibile il rifiuto di Fs di venire in Commissione per un'audizione". Questione che Patuaneli ha intenzione di trattare con il ministro De Micheli, inoltre, non ha escluso la possibilità di "un ulteriore coinvolgimento di Ferrovie in Alitalia", che ritiene "possibile e necessario - ha affermato il ministro -. Essendo capocordata potrà dire cosa sia successo con gli altri componenti interessati a costituire il consorzio". In ogni caso il ministro ha fatto presente che la decisione "spetta al commissario".

Delta e Lufthansa? I due vettori hanno dato la loro disponibilità ad essere auditi dopo la pausa del Natale, in commissione Trasporti alla Camera, non è della medesima posizione Atlantia. L'Autorità dei trasporti ha, invede, dato disponibilità. Fs si è resa  ha dato la disponibilità a inviare una memoria scritta. "Alcune rotte andrebbero riviste, non hanno un valore elevato ma un costo elevato". E alle critiche di Salvini ribatte: "Abbiamo le idee ben chiare".

C'è un'altra questione da considerare, ossia che, come scrive Il Messaggero, potrebbe essere aperta dalla Commissione europea un'indagine bis sui prestiti pubblici concessi ad Alitalia. A quanto si legge, a sollecitare questo intervento sarebbero stati Air France e Lufthansa.

"Ci sono rischi dell'apertura di una seconda indagine sulla scia del nuovo prestito, da 400 milioni di euro - ha spiegato la vice presidente responsabile della concorrenza e del digitale, Margrethe Vestage - perchè ci sono giunte tante lamentele". 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us