EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

La Puglia si affaccia su nuovi promettenti mercati extraeuropei

30/12/2019 09:48
"Ora siamo tutti impegnati nello sforzo per costruire veri prodotti turistici che accompagnino le strutture ricettive con itinerari per trekking, cicloturismo, cucina, chiese", dichiara l'assessore Capone

“La Puglia del turismo in questi ultimi anni é cresciuta costantemente per numero di arrivi e presenze di turisti stranieri e ha allungato la stagione turistica; questo grazie anche al grande impegno degli operatori turistici, dei quali abbiamo ascoltato le necessità, cercando di mettere a punto un piano che potesse rispondere contemporaneamente ai bisogni di qualità e di innovazione e a quelli di autenticità e tradizione", a parlare è Loredana Capone, assessore all’Industria Turistica e Culturale della Regione Puglia.

Come osservato si è trattato di "un intenso lavoro quello dell’assessorato al Turismo e alla Cultura, di Pugliapromozione, insieme con tutte le agenzie regionali, nella promozione, nel miglioramento dell’accoglienza, con gli investimenti a sostegno del miglioramento delle strutture turistiche: insieme a Pugliasviluppo abbiamo attuato una strategia che ha incentivato, con un importante sostegno economico, la trasformazione delle strutture turistiche in loghi accoglienti, a partire dalle masserie e dai palazzi d’epoca, vero must della accoglienza pugliese. Ora siamo tutti impegnati nello sforzo per costruire veri prodotti turistici che accompagnino le strutture ricettive con itinerari per il trekking, il cicloturismo, la cucina pugliese, le chiese, le cattedrali e le torri. Un nodo problematico é stato - osserva l'assessore - e in parte rimane, quello relativo alle infrastrutture di trasporto interno, soprattutto ferroviario, e su questo il nostro impegno finanziario e di stimolo a tutte le istituzioni competenti perché risolvano il gap infrastrutturale e di servizi é quotidianamente all’ordine del giorno, ma non siamo stati fermi; abbiamo cercato di incidere al massimo sui collegamenti aerei e con Adp abbiamo potenziato al massimo i voli diretti, (gli unici veri motori veloci di sviluppo turistico per noi) per collegare mercati tradizionali e nuovi".

La Puglia si propone come "destinazione in crescita sui mercati europei e si affaccia anche su nuovi promettenti mercati extraeuropei, Cina, Russia, Stati Uniti, nei quali comincia ad essere conosciuta e desiderata, ma c’è un dato che più di ogni altro ci spinge a proseguire sulla strada intrapresa: la crescita del turismo culturale. Abbiamo realizzato molte azioni che hanno contribuito a far cresce il livello dell'offerta culturale; dalle Biblioteche di Comunità, 123 nuovi presidi, agli attrattori culturali, ai cinema, ai teatri, sempre con l’obiettivo di non restituire alle comunità solo beni in degrado restaurati, ma di costruire vere occasioni di crescita culturale e nuova occupazione. I dati pubblicati da Symbola dello scorso anno dimostrano come in Puglia l’occupazione nella cultura sia cresciuta più che nelle altre regioni d’Italia, avvicinandosi gli standard europei da cui purtroppo il nostro Paese é ancora lontano. Dal 2014 al 2018 gli occupati nell’industria culturale in Puglia sono passati da 50mila a 60mila unità".


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us