EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

2020, ecco le cinque sfide in agenzia

07/01/2020 08:38
Lo studio del mercato del retail realizzato da GlobalData rivela - anche per il settore dei viaggi - le principali questioni da affrontare: prime tra tutte, la saturazione del mercato e la sostenibilità

Cinque sfide-chiave per il 2020 del retail. Anche nel settore viaggi. Le ha messe in fila GlobalData, che in un’analisi a firma di Maureen Hinton, group retail research director della società, ha raccontato i cluster sui quali il commercio al dettaglio si troverà in maggiore difficoltà nei prossimi mesi, non mancando però di evidenziare anche le opportunità che scaturiranno dai cambiamenti.

Il primo punto analizzato da Hinton è quello della saturazione del mercato: “Sia la domanda che l'offerta sono sature nelle economie mature – spiega lo studio -. Da un lato, i consumatori hanno un surplus di scelta e accesso a motivo della tecnologia e dei canali online, ma stanno diventando meno propensi ad acquistare. Nel frattempo, dal lato dell'offerta, non ci sono solo rivenditori legacy che si sono espansi eccessivamente e ora hanno portafogli costituiti da negozi fisici costosi che drenano i loro profitti, ma una moltitudine di piccole imprese che possono vendere a chiunque, ovunque, in qualsiasi momento online. Il risultato è che la crescita degli acquisti al dettaglio si sta contraendo e si sta diffondendo in modo più sottile su una più ampia gamma di fornitori”.

Altro focus per il 2020 del settore è la sfida della rilevanza: con una comunicazione così veloce e universale come quella odierna, le tendenze cambiano molto più rapidamente. “I rivenditori - spiega Hinton - devono quindi sempre guardare avanti per garantire che i loro marchi e le loro proposte rimangano pertinenti. I marchi legacy di vecchia data devono adattarsi, o affrontare una morte inevitabile”.

Viene poi l’elemento sorpresa, ovvero le novità al momento non prevedibili ma che certamente modificheranno gli equilibri di mercato. “I discount tedeschi hanno sconvolto il panorama degli alimentari; Amazon ha introdotto un nuovo livello di convenienza; Alibaba sta creando un nuovo modello per la vendita al dettaglio di generi alimentari in Cina con i suoi supermercati Hema; il settore della salute e della bellezza è stato completamente sconvolto da nuovi marchi online e di celebrità che non esistevano un decennio fa. La tecnologia si sta muovendo rapidamente e sta creando opportunità imprevedibili per le nuove imprese. Se un rivenditore non sta creando queste opportunità, deve essere costantemente consapevole del mutevole panorama del commercio al dettaglio in modo da potersi difendere e sfruttare la concorrenza”.

In chiusura, GlobalData inserisce nella top5 delle keywords per il 2020 la sostenibilità e i valori etici – che sempre più passano da essere elementi di bandiera a vere e propria necessità richieste dai consumatori, e quindi non più eludibili – e la sincronia tra la crescita online e quella offline. Su quest’ultimo punto, Hinton osserva che “la crescita online sta rallentando e i rivenditori multicanale con un'attività online consolidata non possono più fare affidamento sul solo e-commerce per compensare il calo delle vendite ni negozi fisici. Questi rivenditori devono trovare l'equilibrio ottimale tra elementi fisici e digitali per mantenere un business redditizio e sostenere la crescita, il che è estremamente difficile in un settore in cui tale crescita è limitata”.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us