EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Glauco Auteri lascia: addio al Gruppo Uvet

07/01/2020 09:26
Il dirigente spiega in una nota che "è tempo di rimettersi in gioco: mi animano le nuove sfide ed il futuro di questo settore, che non intendo abbandonare e dove sto valutando alcune interessanti proposte"

Glauco Auteri lascia Uvet per dedicarsi a progetti legati al turismo culturale. A darne notizia è stato lo stesso manager, che dopo 30 anni in Alpitour e 5 nel gruppo guidato da Luca Patané, ha spiegato in una nota a sua firma che “adesso è tempo di rileggersi e di rimettersi in gioco. Questa di Personal travel specialist è stata una impresa davvero straordinaria, ‘da zero a cento in 5 anni’, con non poca fatica ma sempre con grandissima determinazione e fortissimo entusiasmo. Ho imparato molto, ho dato tanto e, in un mercato della distribuzione turistica in costante e velocissima evoluzione, affermare come nuovo canale di vendita questo nuovo ruolo è stato davvero stimolante e, devo un grande grazie a tutte le persone che mi hanno dato fiducia e hanno collaborato attivamente a decretarne il successo”.

“Chi mi conosce professionalmente lo sa bene - scrive Auteri -. Rincorro l’innovazione e adoro le novità, mi animano le nuove sfide ed il futuro di questo settore, che non intendo abbandonare e dove sto valutando alcune interessanti proposte”. La prima nuova impresa che vedrà Auteri impegnato è con il Centro Studi Valle Imagna per un progetto di valorizzazione del Borgo di Arnosto, situato a Fuipiano (Bg)

“Credo fortemente nel fatto che si debba costruire futuro valorizzando il passato - ha concluso il manager - e che lo sviluppo di un certo tipo di turismo italiano, quello dei borghi, del turismo lento e meno industrializzato, sia un prodotto ad altissimo potenziale con forte domanda nazionale ed internazionale. Sono davvero felice di potere dare il mio contributo in questo senso capitalizzando tutto quanto imparato in questi tanti anni. Il settore sta vivendo trasformazioni rapide, veloci, importanti. Quel futuro di cui tutti parlano è già ben presente. Penso sia doveroso per tutti i professionisti del settore essere apertissimi ai cambiamenti e alle novità senza paure ma con determinazione, e io mi metto ancora in gioco, con entusiasmo”.
 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us