EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Manuela Baietto, da ricercatrice universitaria a tour operator

07/01/2020 15:38
Viaggiatrice fin da bambina, ha sfruttato le sue esperienze di viaggio creando il tour operator Itine -rari, specializzato in Stati Uniti e Canada - di Annarosa Toso

Diplomata in lingue straniere e laureata in Scienze Tecnologiche Agrarie, 43 anni, sposata con due figlie, Manuela Baietto, ha svolto un dottorato di ricerca in biologia negli Stati Uniti. Rientrata in Italia, ha lavorato come ricercatrice per 16 anni presso l'Università degli studi di Milano. Impegno proseguito fino alla riforma Moratti, che ha lasciato a casa tutti i precari. L'amore per gli States è nato da un viaggio in California quando aveva dieci anni.
E' lei la nuova protagonista della Rubrica di Guida Viaggi, Professioni da scoprire a cui racconta la sua storia professionale e le sue passioni a partire dalla geografia e dal turismo. "Ho avuto la fortuna di viaggiare tantissimo all'estero con i miei genitori. Questa passione per i viaggi e l'estero intesa come cultura, come formazione, diversità l'ho sempre avuta fin da quando era giovanissima. E il cambiamento è stato un percorso quasi naturale”.

Un percorso prestabilito dalla passione per i viaggi? “Nel 2002 quando ero all'università, quasi per gioco con una mia amica anch'essa appassionata di Stati Uniti, abbiamo deciso di aprire un'azienda di consulenza turistica concentrata su quella destinazione. Quindi la mia azienda Itine -rari esiste dal 2002, ma fino al 2015/16 è rimasta una società esclusivamente di consulenza sia per le agenzie di viaggio, che per i privati per quanto riguardava gli itinerari negli Usa, ma il mio lavoro principale era ancora quello all'università”, racconta la manager. 

Il cambiamento definitivo è avvenuto quando l'università l'ha lasciata a casa nel luglio di tre anni fa. Cosa è successo? "A questo punto alla soglia dei 40 anni - ho detto - bene, voleva dire che il destino aveva per me un'altra strada. Mi sono concentrata nel lavoro di tour operator online. Ho fatto tutte le pratiche e procedure per passare a tour operator. Non più ufficio di consulenza, ma tour operator a tutti gli effetti”.

Itine -rari, come spiega la manager, non fa ancora parte di Astoi, "perché è necessario un certo tipo di fatturato che noi non abbiamo ancora raggiunto dopo pochi anni di lavoro, ma la crescita in due anni è stata esponenziale, tant'è vero che siamo partiti io e una socia e ora abbiamo due dipendenti, siamo in quattro. Però, facciamo parte dell'Associazione Visit Usa”. Il t.o. si occupa esclusivamente di Usa e Canada.

Quale ex docente universitaria fa della conoscenza la sua "carta vincente, chiamiamola così. E pretendo anche dai miei collaboratori l'assoluta familiarità con le meta che trattiamo”. Per saperne di più sul suo pensiero vi rimandiamo all'intervista pubblicata nella sezione Rubriche del sito di Guida Viaggi.

Annarosa Toso


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us