EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Al via l'anno Italia-Cina

22/01/2020 08:58
Il Gotha del turismo italiano all'Auditorium di Roma per l'apertura dei 12 mesi all'insegna dello scambio culturale e turistico tra i due Paesi - di Letizia Strambi

"In questo periodo in cui si parla di guerra fredda il nostro obiettivo è coinvolgere non solo la cultura e le arti, ma anche le industrie come quella del design, del food e della moda: cultura e turismo sono accomunate da un patrimonio intrecciato e indivisibile". Così Francesco Rutelli, presidente del Forum Culturale Italia - Cina apre le celebrazioni dell'anno Italia-Cina, un evento all'apice di un percorso comune tra i due Paesi avviato da anni attraverso numerosi eventi internazionali di condivisione reciproca.

All'Auditorium Parco della Musica di Roma, oltre ai ministri del turismo e della cultura italiano, Dario Franceschini, e cinese, Luo Shugang, e ai delegati istituzionali come Giorgio Palmucci, presidente Enit - chiamati nei diversi panel - il parterre vede tutta l'industria turistica italiana: da Ivana Jelinic di Fiavet a Stefano Fiori Unindustria turismo e CBReL, a Barbara Casillo di Aica Confindustria Alberghi, a Giuseppe Roscioli diFederalberghi fino a Leonardo Massa di Msc crociere e Renzo Iorio di Ferrovie dello Stato e alla ceo di Ctrip.com Jane Jie Sun che non manca l'appuntamento prima di incontrare Donald Trump in serata.

"Le nostre civiltà grecoromana, persiana, Indiana, cinese erano sulla via della seta - afferma il ministro del turismo cinese Luo Shugang -. Lo scorso anno 180 000 italiani sono andati in Cina e  5 milioni di cinesi sono venuti in Italia, un ponte importante in cui ci piacerebbe promuovere un turismo sostenibile e di innovazione". Il ministro ha concluso dicendo: "Tutte le strade portano a Roma e noi riattiviamo questa via della seta odierna oggi, con la speranza di contribuire creare un mondo migliore".

Il ministro Dario Franceschini ha ribadito il tratto positivo della collaborazione che vede i due Paesi affiancati con un patrimonio Unesco straordinario. "Possiamo anche affiancarci sulla tutela di questo patrimonio utizzando strumenti di intervento, se è vero che appartiene all'umanità, la comunità internazionale deve attivarsi in momenti di crisi per difenderlo". Il ministro ha infine ringraziato la Cina per l'invito al Global Tourism Forum del Macao 2020.

Letizia Strambi


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us