EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Turismo e New green deal, Europa nel ruolo di apripista

27/01/2020 11:22
Il settore ha l'obbligo morale di utilizzare tutti gli strumenti per guidare la risposta all'emergenza climatica e garantire una crescita responsabile - di Paola Olivari
<p style="text-align: justify;"> Focus sul ruolo del turismo nel <strong>New green deal europeo</strong> in evidenza alla Fitur di Madrid, dove l&#39;<strong>Organizzazione mondiale del turismo (Unwto) </strong>ha invitato ministri di i Paesi del Vecchio Continente e rappresentanti del <strong>Parlamento europeo e della Commissione europea per i viaggi (Etc)</strong> per una incontro sul ruolo vitale che il settore turistico dovr&agrave; svolgere se si vogliono raggiungere gli indispensabili <strong>obiettivi di sostenibilit&agrave;</strong>.</p> <p style="text-align: justify;"> Il New green deal costituir&agrave; parte integrante della strategia della Commissione volta ad attuare l&#39;<strong>Agenda 2030 delle Nazioni Unite </strong>con l&rsquo;impegno per <strong>rendere l&#39;Europa il primo continente a emissioni zero entro il 2050</strong>. Riconoscendo il ruolo che il turismo svolger&agrave; nel raggiungimento di questo obiettivo, l&#39;Unwto ha voluto fornire una piattaforma per le parti interessate dell&#39;Ue e di Paesi terzi, compresi i rappresentanti del <strong>settore pubblico e privato</strong>. Istituita per cinque anni per la piattaforma promuover&agrave; il turismo come parte centrale del New green deal.</p> <p style="text-align: justify;"> Il <strong>segretario generale dell&#39;Unwto Zurab Pololikashvili</strong> ha dichiarato che: &ldquo;Il settore turistico ha l&#39;obbligo di utilizzare il suo <strong>potere unico per guidare la risposta all&#39;emergenza climatica e garantire una crescita responsabile</strong>. L&#39;Unwto &egrave; impegnata ad accelerare i progressi verso il turismo a basse emissioni di carbonio e sono lieto di vedere che, a tale proposito, <strong>l&#39;Unwto e la Commissione europea si trovano sulla stessa lunghezza d&rsquo;onda</strong>&rdquo;.</p> <p style="text-align: justify;"> &ldquo;Una presenza pi&ugrave; forte nella struttura politica dell&#39;Unione Europea - ha aggiunto il segretario di Stato per il Turismo della Spagna Isabel Oliver - consentirebbe di mettere in agenda l&#39;importanza del <strong>turismo come leva per le sfide che la politica europea ha identificato</strong>, incluso il New green deal&rdquo;.</p> <p style="text-align: justify;"> L&#39;evento ha anche fornito visibilit&agrave; per la <strong>Croazia</strong>, che attualmente detiene la presidenza del Consiglio dell&#39;Unione europea, per presentare le sue priorit&agrave; per il turismo. <strong>Frano Matusic, segretario di Stato per il Turismo della Croazia</strong>, si &egrave; rivolto ai suoi colleghi ministri e leader del settore pubblico e privato, sottolineando l&#39;<strong>impegno del suo Paese per la sostenibilit&agrave; </strong>e la crescita a basse emissioni di carbonio.</p> <p style="text-align: justify;"> &ldquo;Il turismo - ha spiegato Matusic - &egrave; un <strong>fattore economico significativo nel Pil mondiale</strong> e allo stesso tempo influisce sulla <strong>conservazione del patrimonio culturale, dell&#39;ambiente, del mercato del lavoro, delle infrastrutture</strong>. Poich&eacute; queste sfide sono comuni a tutti i membri Stati, &egrave; importante <strong>affrontare questi problemi in modo sistematico sia a livello europeo sia globale</strong>. L&#39;attuazione e la promozione di politiche di sviluppo sostenibile sono la spina dorsale della presidenza croata del Consiglio dell&#39;Ue nel settore del turismo e la Croazia continuer&agrave; pertanto a rafforzare la sua iniziativa di cooperazione proprio per garantire il successo del turismo in futuro&rdquo;.</p> <p style="text-align: justify;"> Secondo gli ultimi dati dell&#39;Unwto, gli Stati membri dell&#39;Ue a 28 hanno accolto <strong>577 milioni di turisti internazionali nel 2019, con un aumento del 3%</strong> rispetto all&#39;anno precedente. Nel 2018, le entrate generate dal turismo internazionale hanno generato <strong>407 miliardi di euro in tutti i 28 Stati</strong>, circa il <strong>33% del totale mondiale</strong>. I dati dell&#39;Unwto mostrano anche che l&#39;Europa continua a essere la principale regione globale per numero di turisti, accogliendo il <strong>51%</strong> di tutti gli arrivi nel 2019.</p> <p style="text-align: justify;"> <em><strong>Paola Olivari</strong></em></p>

TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us