EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Nasce, nelle intenzioni, Aerolinee Siciliane

28/01/2020 15:16
La low cost sociale made in Sicily di Luigi Crispino, promette "tariffe oneste tra il continente e l’isola", ma non ha ancora fondi, autorizzazione a volare, dipendenti e aerei

Il suo nome è Aerolinee Siciliane. E' una low cost sociale made in Sicily, come si legge su il Corriere della Sera, a cui Luigi Crispino, già creatore di Air Sicilia e uno degli azionisti principali di Wind Jet, ha dichiarato che il suo vettore venderà "tariffe oneste tra il continente e l’isola". A quanto si legge ad oggi ci sono nome, ipotesi di flotta, basi, rotte, strategie tariffarie e destinazioni. A quanto sembra ci sarebbero anche l'idea del logo e dei colori, che sono il giallo e il rosso in omaggio alla regione. E' stata decisa anche la data del primo volo, cioè metà giugno 2020. C'è però un piccolo particolare, come sottolinea la fonte, mancano gli elementi fondamentali per mettere in piedi la compagnia. Cioè: soldi, autorizzazione a volare, sito dove vendere i biglietti, dipendenti e aerei. Ecco perché al momento si può parlare di un decollo nelle intenzioni, come sottolinea il quotidiano.

La caratteristica di Aerolinee Siciliane è quella di essere un vettore che si fonda sull’azionariato popolare. Il che vuol dire che chiunque può aderire come "socio individuale frazionario", con un contributo da 400 a 1.900 euro, come "socio individuale", con un contributo da 2-10mila euro, o come "impresa" a partire da 10mila euro, scrive la fonte.  

La compagnia non è ancora provvista di licenza per operare. Dal canto suo, fino a ieri, l'Enac non aveva ricevuto alcuna richiesta in merito, ma il manager ha fatto sapere che la documentazione sarà inviata oggi, 28 gennaio.

Intervistato in merito dal quotidiano, Crispino svela ulteriori dettagli sul suo progetto, in particolare per quanto riguarda gli aerei, che saranno "Airbus A320 da 180 posti soprattutto, ma consideriamo anche gli A319 e gli A321", fa sapere il manager. Saranno "in leasing". Quanto alle consegne "due arriveranno a giugno e saranno basati a Comiso, due a Catania tra quest’anno e quello prossimo, due a Palermo entro la fine del 2021". Quanto agli impiegati si punta ad avere "in tutto 600 impiegati", dichiara al quotidiano. 

In merito alle rotte, il manager fa sapere che si volerà "due volte al giorno sulla rotta Comiso-Roma, una al giorno sulla Comiso-Milano", tratte "all’interno del bando della continuità territoriale siciliana dove intendiamo partecipare". 

A riportare ulteriori dettagli è lasicilia.it, da cui si apprende che Crispino ha proposto per il Consiglio di sorveglianza il presidente Elio Guastella, direttore di Sisac SpA, impresa di produzione di film plastici per le serre; il vicepresidente Claudio Melchiorre, promotore di Aerolinee Siciliane e manager con esperienza nel settore della tutela dei consumatori, Stefano Spampinato, cooperatore e dirigente di Confcooperative, Guendalina Lo Monaco, commercialista e revisore dei conti, Aldo Di Benedetto, presidente della cooperativa dei piccoli azionisti.

Nel consiglio di gestione ci sono il presidente Luigi Crispino, Piero Berti, imprenditore nel settore aeronautico, Giacomo Guasone, imprenditore nel settore delle forniture sanitarie.

Gli azionisti hanno già interamente versato 173mila euro euro, mentre il capitale già sottoscritto è di 400mila euro. L'obiettivo sono 10 milioni di euro.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us