EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Cina: la decisione dei vettori, sospendere o ridurre i voli

30/01/2020 09:14
Numeri alla mano il 9% dei voli programmati da o per la Cina è stato cancellato tra il 23 e il 27 gennaio, sulla base di una ricerca condotta da Cirium

Le compagnie aeree stanno andando tutte verso la medesima direzione, a seguito della diffusione causata dal coronavirus cinese, sospendere i voli verso la Cina, scrive Il Messaggero.
Dopo British Airways, che opera voli quotidiani tra Londra, Pechino e Shanghai e Lion Air, che serve oltre 15 destinazioni la mossa di sospendere le rotte è stata presa anche da altri vettori come il Gruppo Lufthansa, che ha sospeso i voli verso la Cina continentale di Lufthansa, Swiss e Austrian Airlines fino al 9 febbraio.

Ci sono anche tre compagnie birmane quali Myanmar National Airlines, Air Kbz e Myanmar Airways International che fermeranno i collegamenti dal primo febbraio. Altre, invece, hanno optato per ridurre l'offerta. 

Numeri alla mano il 9% dei voli programmati da o per la Cina è stato cancellato tra il 23 e il 27 gennaio, sulla base di una ricerca condotta da Cirium, come riporta Bloomberg.

Anche Air France ha preso la sua decisione di sospensione, ma dei soli voli diretti a Wuhan e la riduzione dei collegamenti con Pechino e Shanghai, scrive Le Figaro. 

Dal fronte Usa, American Airlines sospenderà i voli da Los Angeles a Pechino e Shanghai. La sospensione inizia il 9 febbraio e durerà fino al 27 marzo. Il vettore continuerà a volare verso Pechino e Shanghai dal suo hub più grande, Dallas / Fort Worth. Continueranno anche le rotte per Hong Kong da Los Angeles e Dallas. L'annuncio segue la decisione di United Airlines di martedì di annullare 24 voli per Pechino, Shanghai e Hong Kong durante la prima settimana di febbraio. Martedì il segretario alla Salute e ai Servizi Umani, Alex Azar, ha fatto presente che tutte le opzioni, incluso il divieto di viaggiare dalla Cina agli Stati Uniti, devono essere prese per prevenire la diffusione del nuovo coronavirus. I funzionari federali valuteranno costantemente la situazione man mano che apprenderanno di più in merito al virus, ma ha anche aggiunto che attualmente non rappresenta un rischio per la stragrande maggioranza degli americani. Solo cinque casi sono stati confermati negli Stati Uniti, ciascuno di questi individui ha viaggiato da Wuhan, dove ha avuto origine il virus. Come ulteriore misura preventiva, i Centers for Disease Control and Prevention inizieranno lo screening dei passeggeri in arrivo dalla Cina in altri 15 aeroporti, che si uniranno alle operazioni già in atto a Chicago O'Hare, New York Jfk, Atlanta, Los Angeles e San Francisco. 

La mossa di Cathay Pacific è che, a partire da oggi 30 gennaio fino alla fine di marzo, ridurrà progressivamente, almeno della metà, i voli da e per la Cina continentale.

Finnair sospenderà alcuni voli, ma manterrà i collegamenti con Pechino, Shanghai, Hong Kong e Guanghzou. Guardando all'Italia, Alitalia, invece, non opera direttamente voli sulla Cina. Anche i vettori in altre parti del mondo stanno riducendo la capacità della Cina. 

 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us