EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

GlobalData: possibile impatto su turismo ed economia

30/01/2020 17:22
Il virus potrebbe condizionare il numero di passeggeri negli aeroporti e le performance di vendita negli scali, suggerisce un analista della società

L’escalation della gravità del coronavirus potrebbe avere un impatto negativo sul numero di passeggeri negli aeroporti, causando preoccupazione per gli operatori aeroportuali e i rivenditori: a dirlo GlobalData, secondo cui le vendite negli aeroporti raggiungeranno globalmente i 48,2 miliardi di dollari nel 2020, con un aumento del 6,1% rispetto al 2019.

Honor Strachan, analista di GlobalData commenta: “La limitazione dei viaggi per i consumatori cinesi avrà un impatto sulle performance di vendita negli aeroporti di tutto il mondo. Negli ultimi anni i rivenditori negli aeroporti, in particolare quelli in Europa, hanno adattato le loro proposte, integrato soluzioni di pagamento cinesi e investito in personale di lingua mandarina per catturare i passeggeri cinesi e massimizzare le opportunità di crescita delle vendite. Se il turismo outoging dalla Cina soffre a causa del coronavirus, gli operatori aeroportuali e i rivenditori devono adattare le proprie strategie per rivolgersi ad altri passeggeri".

Nel 2003, la Sars ha causato il crollo della spesa turistica in Cina, mentre il numero di visitatori in Thailandia, Malesia, Singapore e Hong Kong è diminuito in modo significativo, causando la messa a terra di aeromobili e la riduzione degli orari dei voli. Il coronavirus ha già impattato sulle spese per il tempo libero durante le vacanze del Capodanno cinese dato che si sono incoraggiati i consumatori, in alcuni casi costretti, a rimanere in patria ed evitare i viaggi.

In risposta alla crisi, i rivenditori stanno prendendo in considerazione la chiusura di negozi, con il China Duty Free Group che chiude il suo centro commerciale nella baia di Haitang - incidendo sul mercato duty-free Apac nel 2020. Se gli uffici esteri estenderanno il suggerimento di evitare viaggi nella provincia di Hubei ad altre regioni, allora il numero di passeggeri e gli aeroporti nei centri turistici come Pechino, Shanghai, Chengdu e Xi'an saranno colpiti negativamente. Ba ha sospeso tutti i voli diretti verso la Cina continentale fino al 31 gennaio, sebbene il sito web del vettore non mostri voli diretti verso la Cina continentale da gennaio a febbraio, mentre United Airlines e Cathay Pacific Airways hanno cancellato determinati voli per la Cina.

Strachan aggiunge: “Si prevede che l'Asia del Pacifico sia la regione con le prestazioni più elevate per la spesa negli aeroporti nel 2020, con vendite in aumento dell'8,4% a 21,7 miliardi di dollari Usa - 45,1% del canale globale. Mentre questo recente focolaio di coronavirus non può ancora essere paragonato all'impatto della Sars, se il coronavirus continuasse a diffondersi a livello globale nel corso del 2020, il suo impatto sul turismo e sulle economie, in particolare attraverso l'Apac, potrebbe essere grave".

 

 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us