EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Visit Usa su Air Italy: ripercussioni notevoli sul mercato

12/02/2020 12:56
San Francisco, Los Angeles e la California ed il West in generale le più penalizzate secondo l'associazione. Intanto Fto chiede un tavolo per fare sistema

 "L’impatto della messa in liquidazione di Air Italy avrà ripercussioni notevoli sul mercato". E' questa l'opinione di Massimo Loquenzipresidente di Visit Usa Italia, interpellato da Guida Viaggi sulla vicenda del vettore italiano che, ricordiamo, aveva contribuito ad ampliare il numero delle rotte verso gli Stati Uniti e per la primavera aveva anticipato un nutrito programma di collegamenti. "Dobbiamo dire comunque che, ancora una volta, chi si è affidato ad un’agenzia di viaggio e quindi ad un tour operator per prenotare un pacchetto negli Stati Uniti - precisa il presidente - può contare sul supporto di una organizzazione che in queste ore sta lavorando alle 'riprotezioni' con altri vettori".

Le destinazioni più penalizzate secondo il manager, saranno "San Francisco, Los Angeles e la California ed il West in generale visto che non esistono alternative ai voli diretti programmati da Milano Malpensa per quelle destinazioni". Ma c'è da precisare che "l’offerta per il resto degli Stati Uniti è comunque notevole ed in grado di assorbire la cancellazione dei voli Air Italy - sostiene Loquenzi, che aggiunge: "Ci saranno anche effetti sui costi dei biglietti vista la politica commerciale particolarmente aggressiva a suo tempo applicata da Air Italy".

Intanto anche Fto ha espresso "profondo rammarico per come si è conclusa la vicenda Air Italy - ha dichiarato il presidente Luca Patanè -. È infatti una compagnia aerea che ha avuto un ruolo da protagonista nel settore dell’aviation italiana. Prima con Alisarda, poi Meridiana e infine con Air Italy - ha rammentato il presidente - ha saputo spingere e valorizzare quella magnifica destinazione che è la Sardegna”. Ma al di là delle "malinconie", adesso "bisogna pensare alla riprotezione dei passeggeri e alle aziende di tutto l’indotto. Invito quindi gli operatori italiani a sedersi ad un tavolo per fare sistema con l’obiettivo di evitare di ritrovarci nella condizione di perdere nuovamente una compagnia aerea italiana e di cercare di preservare, valorizzare e rendere competitivo al massimo il nostro mercato”.

 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us