EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Jump: "Vogliamo essere l'Amazon del turismo"

19/02/2020 11:17
L'a.d. Rosatelli spiega come nasce il t.o. basato su "un'importante tecnologia dove le adv si possono approvvigionare di diversi prodotti" - di Stefania Vicini

"Creare una Amazon del turismo, basata su una importante tecnologia dove le adv si possono approvvigionare di diversi prodotti". Questo l'obiettivo di Jump, t.o. di casa Uvet, secondo quanto dichiarato da Leonardo Rosatelli, amministratore delegato Jump Gruppo Uvet, intervenuto al convegno "Tour operating tradizionale e Dynamic packaging: come cambia il modello di business e perché".

E questo perché, come spiegato dal manager, "ci avevano percepito come l'ennesima bed bank sul mercato e invece non è così - ha affermato -, oggi Jump è un t.o. responsabile, ispiratosi al modello Amazon". 

Dal canto suo l'operatore è basato su un focus importante, la missione era "cambiare l'ottica di vendita delle adv, con la tecnologia abbiamo messo a disposizione un sistema con un Dp presentato in modo semplice e veloce ed abbiamo dato al canale agenziale la possibilità di proporre molteplici servizi non più legati solo al volo+hotel. Siamo soddisfatti dell'operato fatto in questi tre anni".

Un periodo in cui l'operatore ha cercato di far comprendere il suo modello, cioè che dietro una integrazione Xml c'è una profilazione di prodotto. "Si predilige lavorare con con bed bank che hanno rapporti diretti con le catene alberghiere, pertanto abbiamo messo in secondo piano il discorso del pricing, in quanto era fondamentale quello dell'affidabilità del brand. Abbiamo cambiato il modo di vendere il viaggio, rispondendo ad una esigenza di mercato, che è avere una risposta veloce, ci rivolgiamo al mondo online perchè vogliamo una risposta immediata - afferma Rosatelli -. Grazie alla tecnologia abbiamo dato alle adv la possibilità di elaborare determinati preventivi in pochi secondi".

A detta del manager oggi Jump "è in grado di intaccare l'80% che oggi rappresenta il mondo online". 

Stefania Vicini


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us