EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Swantour-Seghi: "Gli argomenti di vendita in adv sono al di là del prezzo"

20/02/2020 11:56
L’a.d. sul tema coronavirus si dice sereno per le vendite. Non c’è flessione. Il t.o. svela le sue carte per l'estate con diverse new entry - di Alessandra Tesan

Difficile non notarlo tra gli scaffali delle agenzie, dove sta arrivando proprio in questi giorni. Tutto rosa, è il nuovo catalogo Swanclub dedicato alla summer 2020, che ieri sera è stato presentato alle agenzie di Roma nel corso di un evento tutto dedicato alle atmosfere evergreen degli anni 70 e 80.

Le novità in catalogo

Il marchio resta fedele alla sua esperienza storica sul corto e medio raggio e punta i riflettori soprattutto sul Mediterraneo e sull’Egitto.
A Rodi entra in programmazione il nuovo Swanclub Dessole Lippia Golf Resort, 4 stelle a pochi passi dalla spiaggia di Afandou, un prodotto mirato che rispecchia la coerenza dell’operatore sul proprio posizionamento ed affianca un’offerta che spazia da Creta a Paros, da Naxos a Karpathos.
In Tunisia, l’operatore torna con uno Swanclub a Monastir, il One Resort Acqua Park, un villaggio in riva al mare adatto sia alle coppie che alle famiglie, con un acquapark interno alla struttura ideale soprattutto per i bambini.
Alle Baleari, lo Swanclub Beach Club di Minorca, completamente rinnovato nelle camere e nelle aree comuni, affianca le proposte su Ibiza, Maiorca e Formentera, mentre in Egitto, a Sharm El Sheikh arriva un secondo club della linea Enjoy, il Grand Oasis a Sharks Bay. La Turchia con Bodrum, il Kenya e l’isola di Boa Vista a Capo Verde completano l’offerta sulla summer.

Animazione in atmosfera evergreen

Una grande novità investe il format dell’animazione negli Swanclub: “Abbiamo deciso di dare una personalità alla nostra animazione percorrendo l’idea di uno stile revival che andrà a toccare un po’ tutte le attività dei club, dai giochi alla musica, all’intrattenimento per i bambini - ha spiegato Ilaria Evangelisti, brand manager Swantour -, nei nostri villaggi un’atmosfera evergreen accompagnerà la vacanza di tutti gli ospiti, un po’ come in questa serata in cui abbiamo coinvolto le agenzie romane”.

Incrementi sul volato

“Per coprire tutto ciò che è stato messo in campo abbiamo previsto un incremento del volato (charter) di un 15% - ha commentato Angela Zennaro, responsabile vendite Press&Swan -Soprattutto sulla Grecia e sulla Spagna, i volumi di camere hanno visto un ampliamento significativo e posso dire che il mercato sta già dando una grande risposta a queste scelte. Anche sull’Egitto i risultati sono entusiasmanti - ha proseguito la manager -, una grande attenzione la rileviamo soprattutto verso Marsa Alam, dove il Blue Reef Resort rinnovato la scorsa primavera, sta andando oltre le aspettative”.

L'andamento delle vendite

“La stagione invernale di Swantour ha messo a segno un +5% e il ritmo di vendita sull’estate attualmente è buono, con un 14% di crescita rispetto allo stesso periodo del 2019 - ha detto Alessandro Seghi, amministratore delegato Press&Swan -. L’emergenza coronavirus non sta fermando le richieste, certo non sono vivaci come potevamo aspettarci, ma non posso riferire una flessione nelle vendite. Sicuramente stiamo beneficiando degli strumenti che il Gruppo Alpitour aveva messo in campo per rendere i pacchetti più sicuri, con formule di assistenza ed assicurazioni facoltative a copertura degli imprevisti più vari - afferma il manager -. In questo momento siamo in grado di offrire tutele forti al cliente e ritengo che gli argomenti di vendita in agenzia possano andare al di là del mero prezzo - ha spiegato Seghi -. La Formula Flexi per esempio, già da questa settimana e per tutte le partenze fino al 30 aprile, sta dando la possibilità di spostare la propria vacanza con volato charter sia in termini temporali che di destinazione, cambiando anche brand o aeroporto di partenza”.
Sulle perplessità che qualcuno nella distribuzione ancora solleva sull’integrazione dei marchi, Alessandro Seghi risponde che: “Ogni brand del gruppo ha un prodotto coerente con il proprio posizionamento sul mercato. Le sovrapposizioni non possono esserci”.

Alessandra Tesan
 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us