EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Welcome: "Forte riduzione dei viaggi corporate"

27/02/2020 14:33
Le aziende chiedono di poter cancellare le trasferte senza l'addebito di penali. Le stime Bsp parlano di un calo del 30% per le prime due settimane di febbraio - di Stefania Vicini

“Le aziende hanno immediatamente reagito alla situazione di emergenza sanitaria, cercando di ridurre al minimo le occasioni d’incontro, al fine di tutelare le proprie risorse, sia in seno all'azienda stessa, sia presso fornitori e clienti". Ad analizzare la situazione contingente è Sandro Palumbo, responsabile business travel Welcome Travel Group, interpellato da Guida Viaggi in merito al fronte Bt e Mice.  

Tra le soluzioni adottate dalle aziende, "chi ne ha la possibilità organizzativa si avvale delle opportunità fornite dallo smartworking, molti altri si sono posti al fianco dei propri dipendenti, favorendo richieste di permessi e ferie. Tutto ciò si traduce in una fortissima riduzione dei viaggi corporate. Invariabilmente per le trasferte già programmate (che vengono cancellate) e per quelle da pianificare. Le aziende chiedono di poter cancellare le trasferte senza l'addebito di penali e la differente gestione dei fornitori di servizio in tema di repro policy non aiuta a fare chiarezza", sottolinea il manager. 

Come si sta muovendo Welcome Travel per fronteggiare la situazione? Il network attraverso le proprie strutture è in continuo contatto con i fornitori business travel e leisure, "pubblica in tempo reale sul portale dedicato alle agenzie ogni contingenza procedurale adottata da compagnie aeree e tour operator - fa presente Palumbo -. In questo modo, le agenzie, possono disporre delle informazioni necessarie a supportare i propri clienti e le proprie strategie commerciali. Come sempre, e forse di più, esse dovranno accogliere le richieste delle aziende, fare informazione e cercare di farsi portavoce delle loro necessità verso i fornitori di servizio".

Il manager, però, sa intravedere un aspetto costruttivo in tutto ciò, infatti, "in questi momenti, si crea sempre una nuova opportunità: dar prova ai nostri clienti di professionalità, attenzione e cura, ancora di più di quanto avviene normalmente nel corso dell’ anno. Proprio per questo, le nostre strutture operative stanno lavorando a pieno ritmo per supportare i clienti, anche se purtroppo, questa volta, non per generare nuovo traffico, ma, per sviluppare affezione e partership con loro".

Interpellato sulle stime Bsp, il manager dichiara che "parlano di un calo del 30% per le prime due settimane di febbraio; per i mesi a venire il nostro pensiero è che, il mercato, purtroppo o per fortuna, negli anni, ha sviluppato una forte capacità di incassare i colpi e reagire. Mi aspetto, quindi, che le trasferte che non si viaggeranno ora, si viaggeranno non appena la situazione si stabilizzerà. E a esse si aggiungeranno quelle legate ai budget o piani commerciali che le aziende hanno stilato per il 2020. Ovviamente il fattore determinante sarà quello del tempo”.

Stefania Vicini


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us