EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Msc estende il diritto di recesso per spingere il booking

27/02/2020 09:00
La compagnia modifica le norme contrattuali - anche retroattivamente - per tutte le partenze fino a giugno nel Mediterraneo e in Nord Europa: possibile la cancellazione entro 21 giorni dalla partenza

Posticipare i termini di recesso per tutte le prenotazioni già confermate e per le nuove conferme entro il 31/03/20. E’ questa la mossa di Msc Crociere per ridare ossigeno al mercato in questi giorni difficili. Sarà infatti possibile recedere dal contratto entro 21 giorni dalla data di partenza con una spesa di gestione pratica di 50 euro a persona.

“La promo – spiega Msc in una nota - è valida per tutte le partenze di marzo, aprile, maggio e giugno con destinazione Mediterraneo e Nord Europa per tutte le tariffe e le tipologie di prenotazione. La promo è retroattiva e sono escluse le altre destinazioni”.

“In questo periodo particolarmente delicato per l’economia e per il turismo a livello globale, Msc Crociere desidera garantire a tutti la serenità di prenotare una vacanza Msc in totale sicurezza. E lo fa attraverso un’azione concreta che modifica per la prima volta alcune condizioni previste da catalogo - ha sottolineato Luca Valentini, direttore commerciale Msc Crociere -. Con questa iniziativa ci aspettiamo una buona risposta da parte di coloro che in questa fase di allarmismo diffuso non hanno ancora prenotato una vacanza e, allo stesso tempo, ci auguriamo di rassicurare anche coloro che hanno già prenotato una crociera Msc. Negli ultimi giorni i messaggi degli esperti relativi al coronavirus tendono a placare la paura generale in quanto, se da un lato la probabilità di contagio può essere elevata, la sua pericolosità si attesterebbe ai livelli di un normale virus influenzale”.

La compagnia ha nel frattempo incrementato le misure precauzionali previste contro il coronavirus: oltre alle restrizioni previste per chiunque abbia viaggiato verso, da o tramite la Cina continentale, Hong Kong o Macao, verrà negato l’accesso a bordo a coloro che negli ultimi 14 giorni hanno viaggiato verso, da o tramite uno dei comuni dell'Italia settentrionale oggi in quarantena.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us